Usi dell’etilene e dati di mercato

L’etilene è la materia prima utilizzata nella fabbricazione di polimeri come polietilene (PE), polietilene tereftalato (PET), cloruro di polivinile (PVC) e polistirene (PS), nonché fibre e altri prodotti chimici organici. Questi prodotti sono utilizzati in un’ampia varietà di mercati industriali e di consumo come l’imballaggio, il trasporto, le industrie elettriche/elettroniche, tessili e delle costruzioni, nonché i prodotti chimici di consumo, i rivestimenti e gli adesivi. L'etilene viene utilizzato per realizzare prodotti in PVC (fonte:<p style=src=”https://www.icis.com/assets/getAsset.aspx?ItemID=19528″ class=”alignleft”>

Il più grande sbocco, che rappresenta il 60% della domanda di etilene a livello globale, è il polietilene. Il polietilene a bassa densità (LDPE) e il polietilene lineare a bassa densità (LLDPE) vanno principalmente in applicazioni di film come imballaggi alimentari e non alimentari, film termoretraibile e estensibile e usi non di imballaggio. Il polietilene ad alta densità (HDPE) viene utilizzato principalmente nelle applicazioni di soffiaggio e stampaggio ad iniezione come contenitori, fusti, articoli per la casa, tappi e pallet. L’HDPE può anche essere estruso in tubi per acqua, gas e irrigazione e film per sacchi di rifiuti, sacchetti di trasporto e rivestimenti industriali.

Il prossimo più grande consumatore di etilene è l’ossido di etilene (EO) che viene utilizzato principalmente per produrre glicole etilenico. La maggior parte del glicole monoetilenico (MEG) viene utilizzato per produrre fibre di poliestere per applicazioni tessili, resine PET per bottiglie e film di poliestere. MEG è utilizzato anche in applicazioni antigelo. Altri derivati EO includono etiossilati (per uso in shampoo, detergenti per cucina, ecc.), eteri glicolici (solventi, combustibili, ecc.) ed etanolammine (tensioattivi, prodotti per la cura personale, ecc.).

Il dicloruro di etilene (EDC) è prodotto dalla clorazione dell’etilene e può quindi essere incrinato per produrre cloruro di vinile monomero (VCM). Quasi tutti i VCM sono utilizzati per produrre cloruro di polivinile che ha le sue principali applicazioni nel settore delle costruzioni.

L’etilene può essere fatto reagire con benzene per produrre etilbenzene che viene ulteriormente trasformato in stirene. I principali sbocchi per lo stirene sono polimeri e gomme sintetiche come polistirene, acrilonitrile-butadiene-stirene (ABS) e gomma stirene-butadiene (SBR).

Altri derivati dell’etilene includono alfa olefine utilizzate nella produzione di LLDPE, alcoli detergenti e alcoli plastificanti; monomero dell’acetato di vinile (VAM) che è utilizzato in adesivi, vernici, rivestimenti di carta e resine della barriera; ed etanolo industriale che è usato come solvente o nella fabbricazione dei mediatori chimici quali acetate etilico e acrilato etilico.

L’etilene è uno dei prodotti petrolchimici di maggior volume. Con una vasta gamma di usi finali, la domanda è sensibile sia ai cicli economici che a quelli energetici. È spesso visto come un barometro per le prestazioni dell’industria petrolchimica nel suo complesso.

Secondo SRI Consulting con sede negli Stati Uniti, la produzione e il consumo globali di etilene nel 2009 erano entrambi di circa 112 milioni di tonnellate. L’utilizzo globale degli impianti è stato dell ‘85,3% nel 2009, in calo rispetto all’ 87% del 2008. Si stima che il consumo di etilene sia aumentato dell ‘ 1,3% nel 2009; si prevede una crescita media del 4,1%/anno fino al 2014, rallentando al 3,4%/anno dal 2014 al 2019.

Medio Oriente, Cina e stati UNITI

Secondo ICB, tra il 2010 e il 2016, il Medio Oriente e la Cina rappresentano il 24,9 m tonnellata/anno di nuovo etilene capacità di un totale di 30,5 m ton/anno. Di conseguenza, oltre l ‘ 80% delle nuove start up di produzione di etilene sarà in Medio Oriente e in Cina.

In Cina, esempi di progetti includono l’impianto di etilene Fushun Petrochemical da 800.000 tonnellate/anno per l’avvio nel 2012 e l’impianto di etilene Kuwait Petroleum/Sinopec da 1 milione di tonnellate / anno che dovrebbe essere avviato nel 2015.

L’Arabia Saudita ha in cantiere tre progetti di cracker: il progetto di etilene da 1,2 milioni di tonnellate / anno di Saudi Polymers con avvio previsto nel 4 ° trimestre 2011, un’espansione del 30% da parte di PetroRabigh e la ritardata Dow Chemical e Saudi Aramco 1.progetto di etilene da 2 milioni di tonnellate/anno, che originariamente aveva una data di avvio del 2015. Dato che le forniture di etano per i nuovi cracker dovrebbero essere limitate, è probabile che nuovi progetti come il cracker Dow/Saudi Aramco si basino su altre materie prime come la nafta.

Ad Abu Dhabi, il cracker di etano Borouge III che produrrà 1,5 m t / anno di etilene dovrebbe essere avviato nel 2014.

Altri progetti di etilene in cantiere includono Bras 2 di Braskem e Grupo Idesa.progetto 5bn 1m t/anno etilene XXI in Messico, che dovrebbe iniziare nel 2015.

Guardando al futuro, gli Stati Uniti potrebbero sfruttare il potenziale offerto dallo shale gas, che potrebbe rendere l’economia dei cracker negli Stati Uniti sempre più attraente e fornire materie prime competitive per espansioni successive.

Aggiornamento: dicembre 2010

Fonti: Etilene astratto, SRI Consulting gennaio 2010; impianti e progetti di; Progetti: Medio Oriente progetti chimici minacciati da carenza di etano, ICIS news, 30 agosto 2010, Global Hubs emergono, ICB, novembre 2010; Glut mette i cracker sotto pressione, ICB, novembre 2010; Sito web della società Borouge.

Etilene Margine di Report

ICIS prezzi settimanale di etilene margine di report (Europa, Asia e stati UNITI) sono progettati per completare ICIS altamente considerato i dati sui prezzi. Essi valutano i costi di cassa del produttore e i margini di cassa per l’etilene modellando le materie prime e i costi di produzione variabili chiave, i crediti di co-prodotto e le rese del prodotto nell’intera attività a partire da nafta, etano o gas di petrolio liquefatto come materia prima.

Guarda un video su come il margine rapporti sono messi insieme, qui,

Combinando ICIS prezzi del del prezzo di riferimento a valutazioni con materie prime resa modelli da Linde Engineering i rapporti forniscono una chiara indicazione della direzione del business costi di cassa e dei margini di cassa, formando una base per informato il posizionamento di mercato da parte dei venditori, acquirenti e commercianti.

Scopri di più visitando www.icis.com/margins

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.