Totalmente la Storia

L’Urlo

Artista

Edvard Munch

Anno

Medie

l’Olio, tempera, e pastello su cartone

Posizione

Galleria Nazionale, Oslo, Norvegia

Dimensioni

36 × 28.9 in

91 cm × 73.5 cm

i Famosi Dipinti di Edvard Munch

L’Urlo

Il Bambino Malato

la Morte in Infermeria

La Danza della Vita

Madonna

il Vampiro

Ansia

Ceneri

la Pubertà

Opere

L’Urlo di pittura di Edvard Munch è uno dei più noti pezzi di opere d’arte nella storia, facendo appello ad un vasto pubblico, anche oggi. Ci sono in realtà quattro diverse versioni originali di The Scream che Edvard molto creato utilizzando diversi mezzi d’arte tra cui colori ad olio, tempera, e pastelli. L’urlo fa parte di una più ampia serie di collezioni d’arte che Edvard Munch ha chiamato Il fregio della vita.

Nell’immagine senza tempo di The Scream c’è una persona senza genere con un viso pallido, in piedi accanto a una ringhiera con una vista espansiva di un ambiente caotico. Ciò che è così avvincente nell’immagine è che la persona sta urlando, la bocca è spalancata con le mani ai lati del viso, e puoi vedere quell’urlo riflesso e continuare in lontananza sullo sfondo rosso, arancione, blu profondo e nero intensamente sanguinante. Due persone stanno con le spalle rivolte alla figura urlante, con le loro sagome nere sul bordo della scena. In lontananza c’è un accenno di una piccola città, quasi completamente persa nel cielo vorticoso.

Due delle opere d’arte Scream sono dipinti, e gli altri due sono stati fatti in pastelli. La National Gallery di Oslo, Norvegia possiede uno dei dipinti Scream, il Munch Museum detiene l’altro dipinto” Scream ” e un pastello, e un altro pastello è di proprietà privata di Petter Olsen. Il sig. Olsen sta mettendo all’asta la sua opera originale “Scream” pastello di Edvard Munch attraverso Sotheby’s a New York il 2 maggio 2012. Si stima che solo questa versione grafica pastello di The Scream venderà per circa million 80 milioni di dollari, rendendolo uno dei pezzi d’arte più preziosi mai messi all’asta nella storia.

Ispirazione per L’urlo

Norvegese di nascita, Edvard Munch ha studiato all’Accademia di Oslo con il famoso artista norvegese Christian Krohg. Ha creato la prima versione di The Scream nel 1893 quando aveva circa 30 anni, e ha fatto la quarta e ultima versione di The Scream nel 1910. Si è descritto in un libro scritto nel 1900 come quasi impazzito, come sua sorella Laura che è stata impegnata in un istituto mentale durante questo periodo di tempo pure. Personalmente ha discusso di essere spinto ai suoi limiti e di attraversare un momento molto buio nella sua vita.

La scena dell’Urlo era basata su un luogo reale e reale situato sulla collina di Ekeberg, in Norvegia, su un sentiero con una ringhiera di sicurezza. La città debole e il paesaggio rappresentano la vista di Oslo e del fiordo di Oslo. In fondo alla collina di Ekeberg c’era il manicomio dove era tenuta la sorella di Edvard Munch, e nelle vicinanze c’era anche un macello. Alcuni racconti descrivono che a quei tempi si potevano effettivamente sentire le grida degli animali uccisi, così come le grida dei pazienti mentalmente disturbati in lontananza. In questa ambientazione, Edvard Munch è stato probabilmente ispirato dalle urla che ha effettivamente sentito in questa zona, combinate con il suo personale tumulto interiore. Edvard Munch ha scritto nel suo diario che la sua ispirazione per L’urlo è venuto da un ricordo di quando stava camminando al tramonto con due amici, quando ha cominciato a sentirsi profondamente stanco. Si fermò a riposare, appoggiato alla ringhiera. Si sentiva ansioso e provò un urlo che sembrava passare attraverso tutta la natura. Il resto è lasciato a una gamma infinita di interpretazioni, tutte espresse da questa immagine provocatoria.

Lo Stile Unico di L’Urlo e la sua Influenza sul Movimento Espressionista

Molte fonti concordano sul fatto che il modo in cui Edvard Munch ritratto puro e grezzo emozione in questo artwork è stato un cambiamento radicale dalla tradizione dell’arte del suo tempo, e perciò egli è accreditato con l’inizio del movimento espressionista che si diffuse in Germania e in altre parti del mondo. La maggior parte del lavoro di Edvard Munch riguarda i temi della malattia, dell’isolamento, della paura e della morte.

Le tecniche caratteristiche utilizzate per creare L’Urlo
Una prima versione di questa scena è stata creata da Edvard Munch su una superficie di cartone, usando tempera, colori ad olio e pastelli insieme. Un’altra versione è fatta solo con tempera su cartone, e queste prime versioni hanno colpi quasi violenti ed esplosivi sulla superficie che offrono un alto impatto sullo spettatore. Una delle versioni successive dell’Urlo era una stampa lino fatta solo in bianco e nero. Edvard Munch amava aggiungere ombre e aure di colore intorno ai suoi soggetti principali per aggiungere l’intensità delle loro emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.