stato Psicologico e la qualità della vita in pazienti con trattamento comportamentale (biofeedback) per intrattabile costipazione

Obiettivo: tecniche Comportamentali, tra cui il biofeedback, migliorare i sintomi nella maggior parte dei pazienti con intrattabile costipazione idiopatica. Tuttavia, non è noto se vi sia anche un miglioramento del benessere psicologico e della qualità della vita (QOL) dei pazienti. Non è inoltre noto se fattori psicologici o QOL possano essere utilizzati per predire la risposta al trattamento. Abbiamo mirato a valutare questi fattori in modo prospettico.

Metodi: Sono stati studiati trentuno pazienti consecutivi (età media 36 anni) che ricevevano una riqualificazione del biofeedback per la stitichezza idiopatica. Un record di sintomi intestinali, il questionario di salute generale-28 (GHQ-28) (n = 31) e la scala di ansia e depressione ospedaliera (n = 20), sia misure psicologiche, sia la forma breve-36 (SF-36) (n = 22), una misura generica di QOL, sono stati registrati prima e dopo il trattamento.

Risultati: Ventidue dei pazienti si sentivano soggettivamente sintomaticamente migliorati. Quando tenendo conto di tutti i pazienti, il trattamento ha provocato una riduzione della depressione (p < 0.05), ansia (p < 0.05), e sintomi somatici (p < 0.01) (misure psicologiche: GHQ-28) e una migliore salute generale (p < 0.05) e la vitalità (p < 0.05) (QOL misure: SF-36). I pazienti che hanno migliorato sintomaticamente hanno mostrato punteggi significativamente più alti sul GHQ-28 e SF-36, in contrasto con i punteggi invariati nei pazienti che non hanno migliorato sintomaticamente. Il pretrattamento GHQ-28 non ha predetto chi avrebbe beneficiato del trattamento, ma i pazienti in cui dolore, problemi emotivi o bassa vitalità interferivano con la vita quotidiana (sottoscale del dolore SF-36) erano significativamente (p < 0,05) meno probabilità di rispondere al trattamento.

Conclusioni: Il miglioramento sintomatico prodotto dal biofeedback nei pazienti stitici è associato a un miglioramento dello stato psicologico e della QOL. Una parte della morbilità psicologica in questi pazienti è reversibile. I parametri QOL possono essere utili per prevedere una probabile risposta al trattamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.