Rare console Nintendo Play Station vende per $360.000 all’asta

Un prototipo della Nintendo Play Station, una console che non è mai venuto sul mercato, recuperato $360.000 in un’asta durante il fine settimana, CNN riporta. Greg McLemore, fondatore di Pets.com e Toys.com ha avuto l’offerta vincente, battendo altri collezionisti, tra cui Palmer Luckey, fondatore di Oculus VR.

La console è uno dei soli 200 prototipi creati da una partnership fallita 1991 tra Sony e Nintendo. Forbes descrive l’unità come fondamentalmente un Super NES con un’unità CD-ROM. Valerie McLeckie di Heritage Auctions, dove è stata offerta la console, dice alla CNN che si ritiene che gli altri prototipi 199 siano stati distrutti quando l’accordo Sony/Nintendo è fallito. Sony ha rilasciato la sua prima PlayStation nel 1994.

Secondo Polygon, questo prototipo della Nintendo Play Station è stato scoperto da un uomo di nome Terry Diebold in una scatola di roba una volta di proprietà dell’ex CEO di Sony Computer Entertainment Olaf Olafsson. I due avevano entrambi lavorato presso Advanta Corporation e quando quella società è fallita, la console era uno dei tanti oggetti che finivano all’asta privata, che è come Diebold l’ha acquisita.

Heritage Auctions/HA.com

McLemore dice che la console è stata “la cosa più costosa che abbia mai comprato al di fuori di una casa”, aggiungendo “ne è valsa la pena soprattutto se combinata con il resto della mia collezione”, riporta la CNN. Quella collezione comprende più di 800 macchine a gettoni così come i giochi più piccoli, riviste, e l’arte, che McLemore vuole utilizzare per creare un museo permanente, secondo Forbes.

” Sto cercando di non avere questa macchina appena sepolta in un armadio da qualche parte”, dice McLemore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.