Rabbia nei cani

La rabbia è una malattia virale mortale che colpisce non solo cani o altri mammiferi, ma anche uccelli e persone. È una zoonosi conosciuta fin dall’antichità, diffusa principalmente da cani e predatori, il che significa che gli animali e gli esseri umani possono infettarsi a vicenda. Ci sono rapporti da Babilonia, Grecia e Roma su questo quadro clinico e sulla trasmissione della malattia da morsi.

Indice

  1. Quali sono i sintomi della rabbia nei cani?iacutentomas-of-rage-in-dogs>iacutentomas-of-rage-in-dogs>iacutentomas-of-rage-in-dogs>
  2. Come fai a sapere se un cane ha la rabbia?class= “internal-link” href=#&iquestc&come-sapere-se-un-cane-ha-rage>
  3. Trattamento di rabbia in perrosclass= “internal-link” href=#trattamento-della-rabbia-in-cani>

il virus della rabbia è un virus a RNA che appartiene al genere Lyssavirus e famiglia Rhabdoviridae. La rabbia esiste in tutto il mondo, anche se, grazie a diverse misure come rigorosi standard di ingresso e quarantene, è stata sradicata da diversi paesi come Inghilterra, Scandinavia, Giappone e Australia. In Europa, la volpe rimane un serbatoio del virus della rabbia.

In Spagna, la rabbia è considerata eradicata nei mammiferi terrestri dal 1978, tranne che nelle città autonome del continente africano, Ceuta e Melilla. Alcuni pipistrelli portano il virus della rabbia, ma la zoonosi della rabbia da parte dei chirotteri differisce dalla zoonosi terrestre. Gli ultimi casi documentati di rabbia in Spagna sono stati per morso di pipistrello a due donne a Huelva e Valladolid nel giugno 2018

La rabbia nei cani viene trasmessa attraverso la saliva di animali infetti, il contagio è solitamente causato da un morso. Ma il contagio è anche possibile per contatto di saliva con mucose o ferite superficiali. Altri modi di trasmissione sono ancora in discussione. Dal punto di ingresso, il virus avanza nel sistema nervoso centrale e nelle ghiandole salivari e viene distribuito attraverso il corpo della lattina. Possono essere necessarie da due a ventiquattro settimane fino alla comparsa dei primi sintomi, a seconda dell’area di ingresso del virus. Più velocemente il cane si ammala più vicino è il morso al sistema nervoso centrale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.