Una femmina con febbre e mancanza di respiro | Lost World

Discussione

Il pneumomediastino (enfisema mediastinico) è definito come la presenza di aria nel mediastino. Il gas in questo sito può provenire da uno qualsiasi dei seguenti: (i) vie aeree mediastiniche o esofago, (ii) collo lungo i piani fasciali (iii) cavità addominale e (iv) tessuto interstiziale del polmone.

Il polmone è la fonte più comune di aria nello spazio mediastinico. Ciò si verifica a causa di un improvviso aumento della pressione alveolare che causa la rottura. La rottura provoca la fuga di aria nell’interstizio perivascolare o peribronchiale da dove l’aria raggiunge l’hil e lo spazio mediastinico. Questa aria può ora seguire verso l’alto lungo i piani fasciali per raggiungere il collo, o lungo la guaina dell’aorta per raggiungere l’addome. L’aria può rompere la pleura mediastinica e causare pneumotorace.

Il pneumomediastino è clinicamente caratterizzato da dolore toracico e dispnea. L’esame fisico di solito rivela l’enfisema sottocutaneo sul collo e sulla parete toracica anteriore. Un suono scricchiolante che è sincrono con i suoni del cuore può essere ascoltato sull’auscultazione sul petto ed è noto come il segno di Hamman. In uno studio la prevalenza di questo segno nel pneumomediastino è risultata del 10%. Radiologicamente, il pneumomediastino mostra come striscia radiotrasparente di aria che delinea le strutture mediastiniche a causa dello spostamento della pleura mediastinica.

La diffusione ematogena incontrollata di Mycobacterium tuberculosis può portare alla tubercolosi miliare. Il meccanismo di insorgenza di pneumomediastino ed enfisema sottocutaneo nel nostro paziente era probabilmente dovuto all’eccessiva tosse associata alla tubercolosi miliare; la rottura alveolare dovuta all’improvviso aumento della pressione intra-alveolare con concomitante restringimento delle vie aeree avrebbe costretto l’aria nei tessuti interstiziali del polmone e, di lì, nell’avventizia vascolare dell’hil.

Ci sono pochissimi casi che hanno descritto pneumomediastino con enfisema sottocutaneo, ma senza pneumotorace, che si verificano come complicazione della tubercolosi miliare Tuttavia, ci sono casi che descrivono l’insorgenza di pneumotorace nella tubercolosi miliare, che è di per sé è un’entità rara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.