Pittsburgh Steelers

Pittsburgh Steelers, squadra di football americano professionistico gridiron con sede a Pittsburgh che gioca nella National Football League (NFL). Gli Steelers hanno vinto sei titoli del Super Bowl e otto campionati della American Football Conference (AFC). Uno dei franchise di maggior successo e piani della NFL, gli Steelers hanno più vittorie del Super Bowl di qualsiasi altra squadra.

Britannica Quiz
Super Bowl
Pensi di sapere tutto sul Super Bowl? Prendete questo quiz per testare la vostra conoscenza del più grande spettacolo sportivo in Nord America.

Originariamente chiamato Pittsburgh Pirates, la squadra è stata fondata nel 1933 da Pittsburgh residente Art Rooney, che presumibilmente utilizzato le vincite da una scommessa su una corsa di cavalli per stabilire il franchise. (La proprietà della squadra rimane all’interno della famiglia Rooney fino ad oggi.) La squadra non è stata un successo precoce; si è qualificato per i playoff solo una volta nei suoi primi 37 anni. Nel 1940 la squadra cambiò il suo soprannome in “Steelers” in omaggio all’industria principale di Pittsburgh. Gli Steelers pareggiarono per il titolo della NFL Eastern Division nel 1947, ma furono eliminati 21-0 dai Philadelphia Eagles in una partita di playoff per qualificarsi per il campionato NFL. Rooney guardò gli Steelers lottare attraverso gli anni ‘ 50 e ’60 fino a quando le loro fortune girarono con l’arrivo del capo allenatore Chuck Noll nel 1969.

Dal 1969 al 1972 Noll mostrato la sua incredibile abilità nel riconoscere il talento, come ha stilato cinque futuri Hall of Famers: defensive tackle “Media” Joe Greene, il quarterback Terry Bradshaw, difensore Mel Blount, linebacker Jack Prosciutto, e running back Franco Harris (ricordato per la sua “Immacolata Reception,” un gioco vincente di cattura nei playoff contro gli Oakland Raiders nel 1972, uno dei più importanti e controversi gioca nel calcio professionistico storia). Nel 1974 Noll selezionò altri quattro giocatori che sarebbero stati introdotti nella Hall of Fame: il centro Mike Webster, i ricevitori Lynn Swann e John Stallworth, e il linebacker Jack Lambert. Questi giocatori hanno continuato a formare una dinastia di successo senza pari, vincendo quattro Super Bowl (1975, 1976, 1979 e 1980) in sei stagioni dietro una difesa dominante nota come “Steel Curtain” e un attacco efficiente guidato da Bradshaw. Le squadre Steelers degli anni 1970 erano anche caratterizzate da una fervente base di fan, notevole per il giallo brillante “Asciugamani terribili”—che sono stati creati dall’emittente radiofonica popolare e idiosincratica della squadra per 35 anni, Myron Cope—che i fan avrebbero sventolato durante le partite in casa. Pittsburgh svanì leggermente nel 1980, con quattro posti letto postseason nel decennio, e Noll si ritirò nel 1991.

Noll fu sostituito da Bill Cowher, che guidò gli Steelers ai playoff in 10 delle sue 15 stagioni con la squadra. Una delle mosse più significative di Cowher fu la sua promozione dell’allenatore secondario Dick LeBeau alla posizione di coordinatore difensivo nel 1995: nei suoi due stint (1995-97, 2004-15) come coordinatore degli Steelers, LeBeau mise insieme difese formidabili che definirono le squadre di Pittsburgh di quelle epoche. La difesa degli Steelers della metà degli anni 1990 è stata evidenziata da stelle come il futuro cornerback della Hall of Fame Rod Woodson e i linebackers Greg Lloyd e Kevin Greene. Pittsburgh avanzò fino al Super Bowl nel 1996, ma perse contro i Dallas Cowboys.

Troy Polamalu, 2007.

Jonathan Ferrey / Getty Images

Gli Steelers continuarono il loro successo nel nuovo secolo, e nel 2006—con una squadra composta dal quarterback Ben Roethlisberger, dal wide receiver Hines Ward e dalla safety Troy Polamalu—sconfissero i Seattle Seahawks conquistando il quinto titolo del Super Bowl. Nel 2009 gli Steelers, sotto la guida del secondo anno capo allenatore Mike Tomlin, battere gli Arizona Cardinals in modo drammatico per catturare il loro record di sesto campionato Super Bowl. Dopo aver perso i playoff dopo la stagione regolare 2009, Pittsburgh ha conquistato il suo terzo campionato AFC in un arco di sei anni nel 2011 per guadagnare un posto nel Super Bowl XLV, una perdita contro i Green Bay Packers.

Gli Steelers tornarono ai playoff dopo la stagione regolare 2011 e 2014, ma la squadra perse nel turno di apertura di ogni postseason. Pittsburgh ha vinto la sua prima partita di playoff dopo la stagione 2015, ma è stato eliminato dai Denver Broncos nel divisional round. La squadra vinse 11 partite l’anno successivo e avanzò ai playoff, dove gli Steelers persero contro Tom Brady e i New England Patriots nel campionato AFC per la terza volta. Pittsburgh ha superato quella prestazione della stagione regolare in 2017 con 13 vittorie, che hanno legato con altre tre squadre per il massimo nella NFL. Tuttavia, gli Steelers erano sconvolti nella partita di playoff di apertura della squadra. Nel 2018 la squadra è passata 9-6-1 pur sopportando una serie di spute pubbliche di alto profilo tra molti dei suoi migliori giocatori, mancando la postseason per la prima volta in cinque anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.