Nutrizione e Benefici per la Salute di Cacao

162shares
  • Facebook112
  • Pinterest50

Alimentazione & Benefici per la Salute di Cacao: imparare prima di cacao differisce dal cacao & perché il cacao è così favorevole.

Benefici del cacao: blocco di pasta di cacao grezzo e fagioli di cacao crudi, pennini e polvere

Benefici del cacao: blocco di pasta di cacao crudo e fagioli di cacao crudi, pennini e polvere

Quando ho visitato per la prima volta una fattoria di cacao come parte della mia formazione di cibi crudi a Bali, ho avuto un momento a-ha mentre mordevo i fagioli di cacao carnosi e crudi all’interno del frutto fresco dell’albero di cacao.

Erano un magico colore viola brillante – il marchio di Cadbury tutto ad un tratto aveva senso! Il cacao crudo e vivo è una cosa completamente diversa dalla sua controparte lavorata: il cacao. Il cacao è davvero un dono alchemico degli Dei, l’ultimo superfood.

Questo articolo esaminerà in modo approfondito la nutrizione e i benefici per la salute del cacao.

Panoramica

Con questa disconnessione dal nostro approvvigionamento alimentare, non c’è da meravigliarsi che sorprenda le persone a imparare che il cioccolato proviene da un albero.

Theobroma cacao – un albero tropicale che ama la giungla umida, produce questi magici baccelli penzolanti in tonalità di oro, ocra, rosso e mandarino.

Aprili e vedi file e file di fagioli di cacao, racchiusi in una polpa carnosa bianca, che per inciso, ha un sapore divino – leggero e fruttato.

Quando si morde attraverso la carne e nel fagiolo di cacao (più precisamente, un seme), viene rivelato il viola elettrico. Questo è cioccolato crudo. Questo è dove tutto inizia da.

Ci sono tre cultivar principali di cacao; Forastero (che significa “straniero”), Criollo (che significa “nativo”) e Trinitario (che significa “inviato dal Cielo”) .

Ognuno ha il proprio aspetto unico e profili di sapore . La cultivar Criollo è la più rara e ricercata per il suo sapore ricco.

L’albero del cacao darà i suoi frutti tutto l’anno. I prodotti cacao e cacao sono ricchi di flavanoli antiossidanti, minerali e sostanze chimiche che aumentano l’umore.

Benefici del cacao: baccello di cacao appeso su un albero

Benefici del Cacao: baccello di cacao appeso su un albero

La differenza tra Cacao crudo e cacao

Cacao crudo e cacao sono due cose diverse. Parleremo di cacao crudo in un momento, ma prima, esploriamo come è fatto il cacao.

Il cacao si riferisce al fagiolo di cacao Theobrama (e ai suoi prodotti) allo stato grezzo, mentre il cacao si riferisce al fagiolo di cacao Theobrama una volta che è stato tostato.

Il cacao commerciale (che continua a fare il cioccolato), è fatto dai fagioli tostati del cacao. I baccelli di cacao sono raccolte a mano con machete-duro lavoro nel calore della giungla.

I baccelli vengono aperti e i semi polposi (chiamati anche fagioli) accuratamente rimossi. Vengono poi lasciati fermentare e asciugare al sole, nel processo, neutralizzando parte della loro intensa amarezza e aiutando a sviluppare precursori del gusto del cioccolato, oltre a cambiare da quel bellissimo colore viola a un marrone cioccolato profondo.

Da qui, i fagioli vengono tostati a temperature molto elevate (a 248F/120C e oltre) . Una volta raffreddati, vengono fatti passare attraverso macchinari che spaccano il fagiolo e spazzano via la pelle esterna, rivelando i pennini di cacao.

I pennini sono costituiti da solidi di cacao e burro di cacao, con burro di cacao che costituisce poco più della metà dei solidi totali, a seconda del tipo di fagiolo . Sono sottoposti a macinazione meccanica, che, insieme al calore che produce, liquefa i pennini macinati in liquore di cacao (o, liquore al cioccolato, pasta di cioccolato).

Il burro di cacao e la polvere di cacao possono ora essere separati ed estratti dal liquore di cacao. Il burro di cacao, che in realtà è l’olio puro nel liquore, viene estratto tramite una pressa orizzontale, lasciando dietro le torte pressate che vengono poi polverizzate nella polvere di cacao fibrosa.

Il burro di cacao e la polvere di cacao risultanti sono i due ingredienti chiave nella produzione del cioccolato.

Ora, se si produce cacao olandese, un agente alcalinizzante (carbonato di potassio) viene aggiunto alla polvere per aumentare il pH (noto anche come Dutching o Dutch processing) . Questo approfondisce il colore della polvere e migliora il sapore, dando un gusto molto più mite.

Il trattamento di alcalinizzazione tuttavia ha dimostrato di provocare un’enorme perdita del 60% del contenuto totale medio di flavonoidi, riducendo così drasticamente la biodisponibilità degli antiossidanti nei prodotti in polvere di cacao .

Quindi, mentre la lavorazione olandese alcalinizza il cioccolato per migliorare il sapore e diminuire l’acidità, ha un costo.

Nelle fasi finali della produzione del cioccolato, un processo chiamato “concaggio” aiuta a sviluppare ulteriormente i sapori. Spesso, la lecitina di soia (che nella maggior parte dei casi è geneticamente modificata), viene aggiunta come emulsionante, insieme ai prodotti lattiero-caseari e allo zucchero raffinato.

L’ultima fase è la tempera, un processo attraverso il quale il cioccolato viene portato ad una temperatura elevata e poi rapidamente raffreddato di nuovo in più fasi. Questo impedisce al prodotto finale di “fiorire” e dà un bel “scatto” udibile al cioccolato quando si rompe .

Benefici del cacao: semi di cacao all'interno del baccello di cacao

Benefici del cacao: i semi di cacao all'interno del baccello di cacao

Cacao crudo

I prodotti di cacao veramente crudi (compresi i fagioli di cacao, i pennini di cacao, il liquore/pasta di cacao, la polvere di cacao e il burro di cacao) sono stati monitorati per l’intero processo di produzione per garantire che la temperatura

In primo luogo, il processo di fermentazione deve essere controllato, poiché le temperature possono naturalmente salire fino a 122F / 50C . La fermentazione sembra ridurre il contenuto minerale del fagiolo di cacao-come ferro, magnesio e fosforo.

Il rame sembra essere un’eccezione . Tuttavia, è ancora vantaggioso fermentare per alcuni motivi. In primo luogo, aiuta a sviluppare il profilo aromatico e rimuove parte dell’amaro, e in secondo luogo, provoca l’idrolisi dei fitati, migliorando così la biodisponibilità minerale .

I fitati sono anti-nutrienti che proteggono il seme prima che sia pronto a germinare. Hanno lo sfortunato effetto di legarsi ai minerali riducendo così la loro biodisponibilità.

Quindi, anche se alcune perdite minerali si verificano durante la fermentazione, diventano più accessibili a noi dopo l’ingestione.

La parte successiva del processo di produzione in genere comporta la tostatura come accennato in precedenza. In cacao crudo, questo punto è temperatura controllata ed i fagioli sono disidratati piuttosto che arrostiti. Inoltre, non esiste un agente alcalinizzante (lavorazione olandese), poiché questi due passaggi provocano una significativa perdita di flavonoidi .

Il cacao crudo conserva quindi più antiossidanti protettivi a causa della lavorazione minima.

Benefici per la salute del Cacao

Il cacao è associato a numerosi benefici per la salute, in particolare per quanto riguarda la salute cardiovascolare.

Cacao è una delle Fonti più Ricche di Antiossidanti

Cacao, o più correttamente, il cacao (come la letteratura scientifica è principalmente focalizzato su comune forma arrosto – ma ho intenzione di rimanere con il cacao per semplicità) è una delle più potenti fonti di antiossidanti flavanoli (una classe di flavonoidi), in particolare, le catechine, epicatechins e procyanidins .

Le procianidine sono anche conosciute come tannini condensati, prestando l’amarezza al cacao .

I flavonoidi sono più famosi per i loro benefici per la salute antiossidanti e antinfiammatori e hanno attirato un grande interesse nel loro potenziale per ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, dove sia lo stress ossidativo che l’infiammazione svolgono un ruolo fondamentale .

Cacao è trovato per avere più di questi flavonoidi cuore-sani per porzione di vino rosso e quattro volte il contenuto di catechina del tè . Il contenuto di flavonoidi tuttavia varia notevolmente a causa dei metodi di elaborazione, quindi la qualità è fondamentale.

Gli antiossidanti all’interno del cacao hanno dimostrato di essere relativamente stabili e prontamente assorbiti e metabolizzati dall’uomo. Uno studio ha confermato che gli antiossidanti nel cioccolato, al momento del consumo, potrebbero alla fine comportare un aumento significativo dei livelli di epicatechina plasmatica e, di conseguenza, una diminuzione dei prodotti di ossidazione .

Il latte rende gli antiossidanti meno disponibili per l’assorbimento?

Questo è un argomento controverso, uno studio precedente ha rilevato che le proteine del latte, quando ingerite con il cioccolato, bloccavano l’assorbimento degli antiossidanti, negando i potenziali benefici per la salute . Tuttavia analisi più recenti non hanno dimostrato che questo sia il caso .

Uno studio del 2013 ha concluso che l’attività antiossidante diminuiva se combinata con le proteine del latte, ma non abbastanza da avere implicazioni nutrizionali significative .

il Cioccolato può avere effetti benefici sul sistema cardiovascolare

2006 revisione sistematica di 136 pubblicazioni trovato che nel breve termine studi clinici, il cacao e il cioccolato può avere effetti benefici sul sistema cardiovascolare, forse a causa della sua anti-ipertensiva effetti, antiossidante ed effetti anti-infiammatori, anti-funzione piastrinica, la capacità di incrementare la ‘buona’ livelli di colesterolo HDL, mentre diminuendo il ‘cattivo’ LDL colesterolo e la capacità di migliorare la funzione endoteliale .

Il cioccolato può aumentare il colesterolo’ buono ‘ Il consumo a lungo termine di cioccolato fondente ha dimostrato di aumentare il colesterolo ‘buono’ HDL e rendere il colesterolo ‘cattivo’ LDL meno suscettibile all’ossidazione . Ciò può essere dovuto ancora una volta alle sue proprietà antiossidanti, poiché l’ossidazione delle LDL svolge un ruolo nella patogenesi dell’aterosclerosi (depositi di placca nelle arterie) .

Il cacao può migliorare la funzione dell’endotelio

L’endotelio è il tessuto che riveste i vasi sanguigni e il cuore. È responsabile di garantire un flusso sanguigno regolare. La disfunzione dell’endotelio è associata a malattie cardiovascolari . Un possibile meccanismo per gli effetti cardio-protettivi del cacao può essere i suoi effetti sulla funzione endoteliale e sull’ossido nitrico.

Gli studi dimostrano che il cacao induce il rilascio di ossido nitrico dalle cellule endoteliali, causando vasodilatazione-cioè, richiede il rilascio di una sostanza che dilata i vasi sanguigni per migliorare il flusso sanguigno .

Effetti anti-ipertensivi del cacao

Come accennato, i flavonoli del cacao hanno dimostrato di aumentare la produzione endoteliale di ossido nitrico, promuovendo la dilatazione dei vasi sanguigni e la conseguente riduzione della pressione sanguigna.

Una recente revisione di studi ha rilevato che i prodotti di cacao possono avere un effetto piccolo ma statisticamente significativo nell’abbassamento della pressione sanguigna a breve termine .

Uno studio su pazienti con preipertensione o ipertensione di stadio 1 ha mostrato che solo 6 g di cioccolato fondente al giorno potrebbero ridurre efficacemente la pressione sanguigna e migliorare la formazione di ossido nitrico .

Ogni scusa per una dose giornaliera di cacao è il benvenuto!

Il cacao può inibire l’attivazione piastrinica Le piastrine sono coinvolte nel sistema di coagulazione del corpo e la disfunzione piastrinica svolge un ruolo importante nella malattia coronarica .

Gli alimenti ricchi di flavonoli possono aiutare a proteggere dalla trombosi . Gli studi hanno dimostrato che il cacao ha la capacità di inibire l’attivazione piastrinica, avendo un effetto simile all’aspirina sull’emostasi .

Benefici del Cacao: Lauren grating chocolate over a hot cacao

Benefici del Cacao: Lauren grating chocolate over a hot cacao

Minerali in cacao

Uno dei benefici nutrizionali del cacao è il suo ricco e vario contenuto di minerali, tra cui calcio, rame, sodio, magnesio, ferro, zinco, potassio e fosforo . I minerali magnesio, rame, potassio e calcio-oltre ai suddetti antiossidanti flavonoidi, contribuiscono tutti alla sana funzione vascolare .

Potassio

Il potassio è in realtà il minerale più abbondante nel cacao, una carenza di cui può contribuire all’ipertensione . Un alto apporto di potassio, insieme a una riduzione del sodio, è preventivo dell’ipertensione.

Come elettrolita, ha un ruolo vitale nel mantenimento dell’equilibrio dei fluidi, supporta anche l’integrità cellulare ed è necessario per la trasmissione degli impulsi nervosi e la contrazione muscolare .

Magnesio

Il cacao è una grande fonte di magnesio . Questo minerale ha un ruolo enorme e diversificato, responsabile di oltre 300 processi biochimici. Ha un ruolo vitale nella generazione di ATP – la valuta energetica del corpo. Ha un ruolo importante nel sistema nervoso ed è prontamente esaurito nello stress.

Nel sistema muscolare, è necessario per la contrazione muscolare e il tono vascolare e agisce come un bloccante dei canali del calcio endogeno. È anche necessario per la sintesi di DNA, RNA e proteine e ha un ruolo nel metabolismo e nella funzione ossea .

Il cacao è un elevatore dell’umore

Il cacao contiene varie sostanze chimiche che promuovono un senso di benessere. Le metilxantine sono composti che agiscono come stimolanti, agendo sul sistema nervoso centrale, aumentano la frequenza cardiaca e rilassano la muscolatura liscia .

Cacao contiene una notevole quantità di metilxantine caffeina e teobromina. Agiscono sui recettori dell’adenosina nel sistema nervoso centrale, migliorando i livelli di eccitazione, umore e concentrazione .

Questi effetti fisiologici sono notevoli, nonostante ci sia solo un decimo della quantità di caffeina nel cioccolato rispetto al caffè .

Un’altra sostanza chimica nel cioccolato è l’anandamide, che significa “beatitudine” in sanscrito. L’anandamide è la lipoproteina endogena che si lega ai recettori dei cannabinoidi nel cervello, imitando gli effetti psicoattivi dei farmaci cannabinoidi, come l’aumentata sensibilità e l’euforia .

Infine, il cioccolato contiene anche triptofano, un precursore del neurotrasmettitore serotonina, noto per migliorare gli stati d’animo, e la melatonina, che promuove il sonno .

Come usare il cacao grezzo

La polvere di cacao grezzo può essere utilizzata al posto del cacao. Combinalo con il burro di cacao per fare un delizioso cioccolato crudo. Il burro di cacao è solido a temperatura ambiente ma si scioglie a temperatura corporea, quindi fa un ottimo balsamo per le labbra o burro per il corpo.

Burro di cacao aiuta torte crude per impostare. I pennini di cacao possono essere mangiati così come sono – o cosparsi di frullati o avena. Si può anche mangiare fagioli di cacao crudi – basta sbucciarli prima!

Sommario

  • Raw chocolate viene dal seme di frutta di Theobrama albero di cacao
  • prima di cacao è generalmente fermentati, ma non è stato arrostito, alkalised o temperato
  • La minima lavorazione del cacao grezzo consente una maggiore concentrazione di antiossidanti protettivi
  • Cacao è una delle più ricche fonti di antiossidanti
  • Cacao è stato dimostrato in studi per avere un effetto benefico sul sistema cardiovascolare
  • Cacao contiene molti sali minerali, in particolare potassio e magnesio
  • Forse uno dei più amati benefici del cacao è la umore elevando sostanze chimiche contiene

prima di Cacao Ricette

prima di Cacao Nutrizionali e Benefici per la SaluteRaw Chocolate LogRaw Chocolate Torte di NoccioleRaw Cioccolato Torta di ciliegie

  1. Braun, L, & Cohen, M. (2015). Erbe& integratori naturali. Una guida basata sull’evidenza (4th ed., Vol. 2). Il suo nome deriva dal latino “H5”, “h5”, “h5”, “h5”, “Afoakwa”, “E. O.”, “Quao”, “J.”, “Takrama”, “J.”, “Budu”, ” A. S.,& Saalia, F. K. (2013). Composizione chimica e caratteristiche fisiche di qualità delle fave di cacao ghanesi influenzate dal precondizionamento e dalla fermentazione della polpa. Journal of Food Science and Technology, 50 (6), 1097-1105. doi: 10.1007 / s13197-011-0446-5
  2. Murray, M., Pizzorno, J.,& Pizzorno, L. (2005). L’enciclopedia dei cibi curativi. New York: Atria Books
  3. Organizzazione internazionale del cacao. (2012). Informazioni fisiche e chimiche su fave di cacao, burro, massa e polvere. Nel 2008, il gruppo ha pubblicato un album di inediti, intitolato”La vita di un uomo”, pubblicato nel 2009. (2008). Contenuto di flavanolo e flavonolo dei prodotti in polvere di cacao: influenza del processo di produzione. Journal of Agricultural and Food Chemistry, 56 (9), 3111-3117. doi: 10.1021 / jf0728754.
  4. Hurst, W. J., Krate, S. H., Bergmeier, S. C., Payne, M. J. Miller, K. B., & Stuart, D. A. (2011). Impatto della fermentazione, essiccazione, tostatura e lavorazione olandese sulla stereochimica flavan-3-ol in fave di cacao e ingredienti di cacao. Chemistry Central Journal, 5, 53. doi: 10.1186 / 1752-153X-5-53.
  5. Steinberg, F. M., Bearden, M. M.,& Keen, C. L. (2003). Flavonoidi di cacao e cioccolato: implicazioni per la salute cardiovascolare. Rivista dell’Accademia di Nutrizione e Dietetica, 103(2), 215-223. doi: http://dx.doi.org/10.1053/jada.2003.50028
  6. Aremu, C. Y., Agiang, M. A., & Ayatse, J. O. I. (1995). Profili nutrienti e antinutrienti delle fave di cacao crude e fermentate. Alimenti vegetali per la nutrizione umana, 48 (3), 217-223.
  7. Rein, D., Lotito, S., Holt, R. R., Keen, C. L., Schmitz, H. H.,& Fraga, C. G. (2000). Epicatechina nel plasma umano: Determinazione in vivo ed effetto del consumo di cioccolato sullo stato di ossidazione del plasma. La rivista di nutrizione, 130(8), 2109S-14S.
  8. Ding, E. L., Hutfless, S. M., Ding, X., & Girotra, S. (2006). Cioccolato e prevenzione delle malattie cardiovascolari: una revisione sistemica. Nutrition & Metabolism, 3(2). doi: 10.1186/1743-7075-3-2
  9. Corti, R., Flammer, A.J., Hollenberg, N.K., & Luscher, T.F. (2009). Contemporary reviews in cardiovascular medicine: Cocoa and cardiovascular health. Circulation, 119, 1433-1441. doi: 10.1161/CIRCULATIONAHA.108.827022
  10. The George Mateljan Foundation. (2001-2016). Flavonoids. Retrieved from http://www.whfoods.com/genpage.php?tname=nutrient&dbid=119
  11. Kris-Etherton, P.M., & Keen, C.L. (2002). Prova che i flavonoidi antiossidanti nel tè e nel cacao sono benefici per la salute cardiovascolare. Parere corrente in Lipidologia, 13(1), 41-49.
  12. Arts, I. C., Hollman, P. C.,& Kromhout, D. (1999). Cioccolato come fonte di flavonoidi del tè. La Lancetta, 7 (354), 488.
  13. Rein, D., Paglieroni, T. G., Wun, T., Pearson, D. A., Schmitz, H. H., Gosselin, R.,& Keen, C. L. (2000). Il cacao inibisce l’attivazione e la funzione piastrinica. American Society for Clinical Nutrition, 72(1), 30-35.
  14. Serafini, M., Bugianesi, R., Maiani, G., Valtuena, S., De Santis, S., & Crozier, A. (2003). Antiossidanti al plasma dal cioccolato. Natura, 424, 1013.
  15. Roura, E., Andrés-Lacueva, C., Estruch, R., Mata-Bilbao, M. L., Izquierdo-Pulido, M., Waterhouse, A. L., & Lamuela-Raventos, R. M. (2007). Il latte non influisce sulla biodisponibilità del flavonoide in polvere di cacao negli esseri umani sani. Annali di nutrizione e metabolismo, 51 (6), 493-498. doi: 10.1159 / 000111473
  16. Gallo, M., Vinci, G., Graziani, G., De Simone, C., & Ferranti, P. (2013). L’interazione dei polifenoli del cacao con le proteine del latte studiata con tecniche proteomiche. Food Research International, 54, 406-415.
  17. Mursu, J., Voutilaninen, S., Nurmi, T., Rissanen, T. H., Virtanen, J. K., Kaikkonen, J.,& Salonen, J. T. (2004). Il consumo di cioccolato fondente aumenta la concentrazione di colesterolo HDL e gli acidi grassi del cioccolato possono inibire la perossidazione lipidica negli esseri umani sani. Biologia e medicina dei radicali liberi, 37 (9), 1351-1359. doi:10.1016 / j. freeradbiomed.2004.06.002
  18. Reid, K., Sullivan, T. R., Fakler, P., Frank, O.R.,& Stocks, N. P. (2012). Effetto del cacao sulla pressione sanguigna. Cochrane Database di recensioni sistemiche, 8. Arte. No.: CD008893. il suo nome deriva dal latino&, che significa &, &, &, &, &, &, &, &, &, &, &, &, &, “Schomig”, ” E. (2007). Effetti della bassa assunzione abituale di cacao sulla pressione sanguigna e sull’ossido nitrico bioattivo: uno studio controllato randomizzato. Il Journal of American Medical Association, 298(1), 49-60. doi:10.1001 / jama.298.1.49
  19. Kuter, J. D. (2015). Panoramica dei disturbi piastrinici. Nel 2005, dopo la morte del padre, si trasferisce a Parigi, dove si trasferisce per un breve periodo. Antiossidanti del cacao e salute cardiovascolare. L’American Journal of Clinical Nutrition, 81(1), 985-3035.nel 2014 è stato pubblicato il primo album in studio della band, “The World”, pubblicato nel 2014. Comprendere la nutrizione. Australia e Nuova Zelanda edizione (2a ed.). A partire dal 2013, il gruppo si è unito al gruppo di studenti di scienze politiche e politiche dell’Università degli Studi di Milano. Benefici per la salute delle metilxantine in cacao e cioccolato. Nutrienti, 5 (10), 4159-4173. doi: 10.3390 / nu5104159
  20. Bruinsma, K., & Taren, DL (1999), Cioccolato: cibo o droga? Rivista dell’Accademia di Nutrizione e Dietetica, 99(10), 1249-1256. per la prima volta in Italia è stato pubblicato il primo album in studio della band,”The World”, pubblicato nel 2011. Il contenuto di proteine e non proteiche (libero e legato alle proteine) triptofano in fagioli di cacao Theobrama. Chimica alimentare, 124(1), 93-96. doi:10.1016 / j. foodchem.2010.05.110

Nutrizione Benefici per la salute del cacao: scopri come il cacao crudo differisce dal cacao perché il cacao è così vantaggioso. # benefitscacao # cacaobenefits # cacaonutrition # cacaopowderbenefits # rawcacaopowder # cacaopowderrecipes #superfoods # AscensionKitchen

Nutrizione Benefici per la salute del cacao: scopri come il cacao crudo differisce dal cacao perché il cacao è così benefico. #benefitscacao # cacaobenefits # cacaonutrition # cacaopowderbenefits #rawcacaopowder # cacaopowderrecipes #superfoods # AscensionKitchen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.