MSU Extension

I Michiganders sognano la raccolta di funghi selvatici con le temperature di riscaldamento, in particolare le ambite spugnole primaverili, ma sei consapevole che alcuni funghi commestibili possono ancora farti star male? Delle 2.500 grandi specie di funghi carnosi nel Michigan, solo 60-100 di loro sono generalmente considerati sicuri da mangiare. Questa frase dovrebbe far venire in mente due domande: perché 60-100 e non un numero esatto, e cosa significa “generalmente considerato sicuro”?

Cosa significa “generalmente considerato sicuro”?

“Generalmente” indica che nella maggior parte dei casi, il cibo viene consumato senza effetti negativi se è stato maneggiato e cucinato correttamente. Tuttavia, ci sono sempre eccezioni alle regole e talvolta gli esperti di funghi non sono d’accordo sulla probabilità che un particolare fungo causi malattie. Ad esempio, vere spugnole (Morchella spp.) sono generalmente sicuri da mangiare purché siano stati cotti accuratamente. Tuttavia, mangiare spugnole crude può causare disturbi gastrici. Inoltre, alcuni individui hanno allergie o intolleranze per alcuni tipi di spugnole. Per questi motivi, le spugnole sono considerate generalmente sicure da mangiare, ma dovrebbero essere consumate con cautela la prima volta.

Altri funghi che sono generalmente sicuri da mangiare possono causare reazioni avverse troppo. Un esempio è il” pollo dei boschi ” o mensola di zolfo (Letiporus sulphureus). La commestibilità di questo fungo dipende dal tipo di albero su cui sta crescendo. In genere, questa specie, se raccolta da alberi di latifoglie è commestibile, ma quelli raccolti da conifere o locuste sono spesso tossici. Un altro esempio è il genere Coprinus, noto anche come ” inky caps.”Mentre molte specie in questa famiglia di funghi sono scelte e commestibili, alcune di esse reagiscono male se consumate con l’alcol. La coprina, pur non essendo tecnicamente una tossina, e non una seria minaccia per la salute, interferisce con il modo in cui il corpo umano si occupa dell’alcol (che è una tossina), causando spiacevoli malattie. Questa improvvisa insorgenza della malattia può anche indurre le persone a pensare di aver erroneamente mangiato qualcosa di velenoso. Quando si mangiano funghi Coprinus, evitare l’alcol due o tre giorni prima e dopo il consumo del fungo.

Funghi velenosi

Nel Michigan, ci sono 50 specie di funghi grandi e carnosi noti per essere tossici per l’uomo. I livelli di tossicità variano tra le specie e vanno da “velenoso mortale” a ” distress gastrico occasionale.”Molte delle specie mortali, specialmente quelle della famiglia Amanita, sono estremamente pericolose perché i sintomi non si sviluppano fino a sei – 36 ore dopo l’ingestione, che è troppo tardi per l’unico antidoto – una pompa dello stomaco. Un altro gruppo di funghi velenosi di essere a conoscenza di questa primavera sono le spugnole false. Tra queste, la Gyromitra esculenta (detta anche bistecca), la Verpa conica e la Verpa bohemica. Questi sono comunemente scambiati per vere spugnole perché sembrano simili e crescono accanto a spugnole. Possono, tuttavia, avere risultati mortali. Anche se alcune persone hanno mangiato questi funghi senza malattia, spesso causano vomito, diarrea e crampi e possono causare insufficienza renale e morte. La quantità di veleno può variare da fungo a fungo che porta le persone a pensare che se hanno mangiato uno e non ha avuto effetti negativi, possono mangiare gli altri, che non è vero.

Il corpo di ogni persona reagisce in modo diverso alle tossine dei funghi. Ad esempio, si potrebbe mangiare funghi bistecca 10 volte e stare bene, ma diventare gravemente malato o addirittura morire l’undicesima volta che li hai mangiati perché quei particolari i funghi contenevano abbastanza tossina per causare la malattia o la morte. Anche respirare i vapori dall’ebollizione di tali funghi può causare malattie. Le specie di Gyromitra sono note per trasportare un agente cancerogeno, che può anche accumularsi nel corpo nel tempo. I funghi velenosi possono anche causare reazioni di tipo allergico o causare reazioni allucinogene.

Oltre alle 50 grandi specie tossiche, ci sono molti funghi più piccoli che causano malattie, spesso indicati come “piccoli funghi marroni.”Sono incredibilmente difficili da identificare correttamente a meno che tu non sia un esperto nel campo dei funghi. Molti avvelenamenti da questi tipi di funghi si verificano quando le persone sono volutamente alla ricerca di allucinogeni, o funghi “magici”. Questi funghi non sono considerati cibo e la maggior parte degli avvelenamenti si verifica a causa di un’errata identificazione o di un’ingestione accidentale da parte dei bambini. Informazioni più ampie sulle tossine dei funghi specifiche del Michigan possono essere trovate nella guida, ” Non scegliere il veleno.”

Identificazione dei funghi

Quindi, come mangi deliziosi funghi selvatici e non ti ammali? Ci sono alcune regole empiriche quando si tratta di funghi selvatici. Prima di tutto, non mangiare mai alcun fungo a meno che tu non sia positivo sulla sua identificazione. Scopri come identificare i funghi, le loro parti e le sosia pericolose. Le guide sono utili, ma tieni presente che alcune persone considerano un fungo “commestibile” mentre altri dicono di evitarli a causa di una o più delle proprietà discusse sopra. Confronta diverse guide prima di prendere una decisione. Prendere in considerazione una classe o un workshop che insegna specificamente sui funghi selvatici. Il gruppo Midwest American Mycological Information (MAMI) ha guide di studio e diverse classi offerte ogni anno.

Quando si tratta delle spugnole primaverili, cerca i funghi che hanno i tappi snocciolati, in contrasto con le pieghe o le rughe dei sosia pericolosi. Le vere spugnole sono vuote all’interno, quindi tagliale sempre aperte e assicurati. Infine, le spugnole sono attaccate al gambo del fungo alla base del cappuccio.

Cuocere sempre i funghi selvatici e prestare attenzione a avvertenze speciali come se possano reagire o meno con l’alcol. Non riutilizzare mai l’acqua di cottura in quanto conterrà tossine dal fungo (a meno che non sia un fungo che è specificamente adatto da usare come brodo di zuppa). Evitare di respirare i vapori durante la cottura di funghi come spugnole. È anche buona pratica mangiare solo una piccola quantità di un nuovo fungo e consumare solo una nuova specie alla volta. In questo modo, se hai una reazione avversa, saprai quale fungo era. Salvare una piccola quantità di fungo nel tuo frigorifero può anche essere utile se devi andare in ospedale.

La caccia ai funghi può essere divertente, nutriente e un buon modo per ottenere attività fisica, ma può anche essere pericolosa. L’estensione della Michigan State University raccomanda di studiare l’identificazione dei funghi prima di uscire e raccogliere quest’anno. Se hai dei dubbi, non mangiarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.