Mettere la compressione sul neuroma di Morton

Uno dei problemi di intrappolamento del nervo più comuni che interessano l’arto inferiore è neuroma di Morton. Il termine, neuroma, è un po ‘ un termine improprio perché questa condizione generalmente non comporta un vero neuroma, che è essenzialmente una cisti nervosa o tumore, e invece coinvolge impingement nervo nella regione dell’avampiede. Nella maggior parte dei casi è strettamente una sindrome da compressione nervosa, anche se il problema può essere causato dalla fibrosi del tessuto attorno al nervo. Questa condizione è anche talvolta chiamata metatarsalgia di Morton (che significa dolore metatarsale) o neurite interdigitale. Il neuroma di Morton è un problema di compressione nervosa in cui il massaggio può svolgere un ruolo significativo nel ridurre i sintomi.

Fondo anatomico:

Questo problema di compressione del nervo è talvolta confuso con il piede di Morton, che è completamente diverso. Il piede di un Morton è una classificazione strutturale del piede in cui il secondo metatarso è più lungo del primo. Questo fa apparire il secondo dito più lungo dell’alluce quando si guarda il piede. Tuttavia, il piede di Morton non ha nulla a che fare con la compressione del nervo che si verifica con il neuroma di Morton.

I segnali sensoriali per l’avampiede e le dita dei piedi sono forniti dai nervi digitali plantari. I nervi digitali sono l’estensione terminale dei nervi plantari mediale e laterale, che a loro volta sono divisioni del ramo tibiale del nervo sciatico (Immagine 1). Uno sguardo più attento al percorso di questi nervi digitali plantari indica perché sono suscettibili alla compressione tra le teste metatarsali in questa condizione.

nervi plantari digitali vista plantare

Immagine 1

Le teste metatarsali sono legate insieme dai legamenti metatarsali trasversali profondi e superficiali, che creano una piccola apertura o tunnel tra le teste metatarsali. I rami del nervo digitale plantare attraversano questi piccoli tunnel tra le teste metatarsali (Immagine 2).

nervi plantari digitali

Immagine 2

Il percorso dei nervi plantari digitali tra i legamenti metatarsali trasversali superficiali e profondi è piuttosto stretto. Allo stesso tempo questi nervi devono passare tra le teste metatarsali, e questo rende il loro tunnel di passaggio ancora più piccolo. Mentre i nervi possono essere compressi tra qualsiasi coppia di teste metatarsali, la posizione più comune per l’intrappolamento del nervo digitale plantare è tra il terzo e il quarto metatarso. Lo spazio tra queste teste metatarsali è più piccolo rispetto a qualsiasi altra coppia.

Un altro fattore che porta al potenziale intrappolamento dei nervi digitali plantari è un’anomalia anatomica nella divisione delle fibre nervose. Ci può essere un ramo di collegamento tra alcuni dei nervi digitali adiacenti provenienti dalle divisioni plantari mediali e laterali. Quando questo ramo di collegamento è presente, aumenta il potenziale di patologia da compressione perché il gruppo nervoso non è così mobile. Ci sono altri fattori biomeccanici chiave che portano abitualmente al neuroma di Morton e vedremo questi prossimi.

Biomeccanica e compressione dei nervi

La compressione plantare dei nervi digitali colpisce le donne più comunemente degli uomini. In effetti uno studio ha rilevato che le donne avevano 10 volte più probabilità di sviluppare questo problema.1 Una ragione per questo è a causa di scarpe col tacco alto. Quando il tallone viene sollevato più in alto dell’avampiede, essenzialmente inceppa il piede nella parte anteriore della scarpa, stringendo così le teste metatarsali strettamente insieme, che aumenta la compressione sulle strutture tra le teste metatarsali.

Le scarpe a punta stretta sono un frequente contributore alla compressione del nervo digitale plantare. Qualsiasi scarpa con una punta stretta può aumentare la compressione del nervo schiacciando le teste metatarsali insieme. La scatola di punta stretta è più diffusa nelle scarpe da sera per uomini e donne, ma può anche verificarsi in altre scarpe come stivali da cowboy.

Altre complicazioni nel piede possono anche portare all’intrappolamento del nervo digitale senza che la scatola stretta della punta sia un fattore chiave. Fratture o lussazioni possono restringere il tunnel che il nervo attraversa e rendere più probabile la compressione del nervo. Compressione del nervo può anche derivare da gravidanza, condizioni che coinvolgono cattiva circolazione, ritenzione di liquidi negli arti inferiori, o cisti gangliari che possono svilupparsi nella regione.2

La biomeccanica del piede durante la locomozione svolge anche un ruolo di primo piano nella compressione dei nervi digitali. Durante la fase push-off del ciclo di andatura c’è iperestensione alle articolazioni metatarso-falangee (Immagine 3). Quando le dita dei piedi sono iperestese, i nervi digitali plantari sono piegati contro il legamento metatarsale trasversale profondo e sono tirati tesi. Questa posizione del piede aumenta l’irritazione del nervo, specialmente se è già compressa da strutture adiacenti. Di conseguenza, i clienti spesso lamentano un aumento del dolore quando le dita dei piedi sono estese nella fase di push-off dell’andatura.

iperestensione delle dita dei piedi

Immagine 3

Sintomi chiave:

I nervi digitali plantari sono nervi sensoriali, quindi quando vengono compressi, i sintomi primari includono intorpidimento, parestesia e, più comunemente, sensazioni elettriche o di bruciore nelle dita dei piedi. Il dolore è solitamente descritto come molto acuto e specifico in natura, non il dolore sordo o diffuso che è comune con altri disturbi nella regione. La regione più comune per l’intrappolamento del nervo digitale è tra il terzo e il quarto metatarso, quindi la maggior parte dei sintomi si verifica nel terzo e nel quarto dito. È certamente possibile avere una compressione del nervo digitale in altre dita dei piedi, ma è molto meno frequente.

È probabile che i clienti segnalino sintomi aggravati quando indossano scarpe specifiche, specialmente quelle con una punta stretta. Questi sintomi possono anche aumentare quando si indossano scarpe strette. A causa dello stress da trazione sul nervo durante l’estensione della punta, è anche comune che i sintomi vengano aumentati durante le scale ascendenti o discendenti.

I problemi di compressione del nervo possono essere difficili da confermare attraverso test diagnostici. L’imaging diagnostico altamente preciso come la risonanza magnetica può mostrare la relazione spaziale tra strutture adiacenti, ad esempio se un nervo è vicino o meno a un osso. Tuttavia, questa rappresentazione non indica necessariamente che la compressione del nervo esiste. In questi casi, la valutazione clinica è il metodo più efficace per identificare con precisione il problema. Numerosi studi hanno indicato che un esame clinico completo e completo è più efficace della risonanza magnetica nell’identificare la presenza di compressione del nervo digitale nel neuroma di Morton. Questa è una buona notizia per i massaggiatori perché sottolinea che una valutazione accurata dei tessuti coinvolti (nervi) può essere determinata senza la necessità di risonanza magnetica o altre immagini ad alta tecnologia.

Oltre ai sintomi clinici specifici che potrebbero indicare l’intrappolamento del nervo digitale, ci sono ulteriori procedure di valutazione che possono essere utili per valutare questi sintomi. Poiché il nervo è profondo nel piede e si trova direttamente tra le teste metatarsali, non è possibile riprodurre i sintomi solo attraverso la palpazione superficiale. Le seguenti procedure di valutazione speciali sono progettate per applicare stress sui rami del nervo digitale plantare che dovrebbero riprodurre i sintomi se i nervi vengono patologicamente compressi o irritati.

Il test di compressione interdigitale è una delle procedure più comunemente utilizzate per identificare l’intrappolamento del nervo digitale plantare. Un dito è posto sulla superficie dorsale del piede nello spazio tra i metatarsi sospetti (di solito tra il terzo e il quarto). Il pollice è posizionato sulla superficie inferiore del piede (Immagine 4). Le due dita sono schiacciate insieme con una moderata quantità di pressione. Se questo riproduce sensazioni neurologiche acute nelle dita dei piedi, questa è una buona indicazione che i nervi digitali sono intrappolati.

Compressione interdigitale

Immagine 4

Il test di Morton è un’altra procedura comunemente utilizzata per valutare l’intrappolamento del nervo tra le teste metatarsali. In questa procedura il praticante posiziona il palmo di una mano sul lato mediale del piede del cliente vicino all’articolazione metatarso-falangea. L’altra mano è posizionata sul lato laterale del piede all’articolazione MTP quinta cifra (Immagine 5). Il praticante applica quindi una moderata quantità di pressione stringendo le mani insieme. Assicurarsi di non curvare l’arco trasversale, ma invece premere le teste metatarsali direttamente l’una verso l’altra e tenerle allineate. Se i sintomi vengono riprodotti con questa pressione, che imita quella di una scarpa a punta stretta, c’è una buona probabilità che sia coinvolta la compressione del nervo digitale.

Test di Morton's test

Immagine 5

Strategie di trattamento

L’obiettivo più importante nell’affrontare qualsiasi problema di compressione del nervo è quello di rimuovere o alleggerire la pressione sul nervo. La guarigione del tessuto si verificherà generalmente finché le forze biomeccaniche aggravanti (compressione o tensione) vengono rimosse. La strategia più comune utilizzata è cambiare le calzature lontano dalle scarpe a punta stretta per dare al piede più spazio per diffondersi all’interno della scarpa.

Alcune aziende calzaturiere stanno ora riconoscendo l’importanza di modellare la scarpa per soddisfare le esigenze strutturali del piede. Un esempio è la scarpa da corsa ALTRA mostrata nell’immagine 6. Questa scatola più grande punta non solo diminuisce la compressione sulle teste metatarsali, ma permette più spazio nella scarpa per altri dispositivi terapeutici, come pastiglie a cupola, che sono spesso posti sotto le teste metatarsali per aiutare a diffondere le cifre a parte. Ci sono altri prodotti come Yoga Toes® e Correct Toes® che possono essere indossati tra le dita dei piedi con alcuni tipi di scarpe o quando il cliente è a piedi nudi. Questi distanziatori di punta aiuteranno a invertire i modelli biomeccanici che aggravano la compressione del nervo.

scarpe a punta larga

Immagine 6

Non sottovalutare il valore di un trattamento relativamente semplice come cambiare le calzature. Quando il tessuto nervoso si aggrava, può causare un aumento del grado di sensibilità in tutto il sistema nervoso e può diventare un problema auto-perpetuante. Un problema relativamente semplice come il neuroma di Morton può svilupparsi in una condizione più problematica e duratura, con irritazione nervosa più grave durante la distribuzione dei nervi interessati e dei loro tronchi.

I trattamenti medici tradizionali generalmente si concentrano sulla riduzione dei sintomi irritanti in modo che il nervo non continui ad aumentare la sensibilità. Iniezioni di corticosteroidi e anestetici sono metodi comuni utilizzati per affrontare i sintomi di compressione del nervo. Tuttavia, se i fattori biomeccanici che hanno portato a questa condizione non sono affrontati, semplicemente tentando di ridurre il dolore attraverso il farmaco da solo avrà efficacia solo limitata o a breve termine.

Altri trattamenti medici tradizionali includono la terapia con onde d’urto, applicazioni di capsaicina, terapia fisica o chirurgia se nessuno dei trattamenti più conservativi ha successo. Le procedure chirurgiche comportano l’escissione (taglio) del nervo digitale plantare. Tagliare questo nervo ridurrà le sensazioni di dolore, ma l’effetto negativo è che c’è anche una significativa perdita di sensibilità nelle dita dei piedi come risultato, che potrebbe causare altri problemi.

Il massaggio può essere utile, ma non deve essere eseguito con una pressione profonda tra le teste metatarsali. Ulteriore pressione in questa regione può aggravare la compressione del nervo e prolungare la patologia. I praticanti dovrebbero anche fare attenzione quando si allungano le dita dei piedi in estensione che i sintomi non sono aggravati.

I migliori risultati di massaggio si ottengono con tecniche che favoriscono la diffusione e la mobilizzazione delle teste metatarsali. La mobilizzazione metatarsale è una tecnica che può aiutare a ridurre gli effetti dannosi della compressione del nervo. Per eseguire questa tecnica tirare le teste metatarsali (non solo le dita dei piedi) a parte e tenerli in questa posizione per aiutare allungare i muscoli intrinseci del piede e altri tessuti molli (Immagine 7). Spostare i metatarsi avanti e indietro in questa posizione per aiutare a incoraggiare la mobilità. Quando questa tecnica è combinata con l’uso di distanziatori di punta come quelli sopra menzionati sarà ancora più efficace. Questa tecnica può anche essere visualizzata qui: https://www.youtube.com/watch?v=pr8KnlMDez0

mobilizzazione metatarsale

Immagine 7

Tecniche come la diffusione metatarsale o mobilizzazioni articolari che incoraggiano la piena libertà di movimento dei metatarsali sono sicuramente utili. I risultati duraturi sono improbabili sebbene con appena un singolo intervento del trattamento del tessuto molle; le applicazioni multiple sono raccomandate. Inoltre, tieni presente che la condizione probabilmente si è sviluppata dalle forze di compressione in corso sull’avampiede. Solo aiutare a diffondere quei metatarsi o rilassare i muscoli del piede è una grande chiave, ma il problema biomeccanico che ha portato alla condizione in primo luogo deve essere affrontato e invertito. Pertanto cambiare le calzature o affrontare la costante compressione biomeccanica della testa metatarsale è anche la chiave.

È facile che una condizione come il neuroma di Morton venga erroneamente identificata come altri problemi come il dolore del nervo sciatico o la fascite plantare. I trattamenti più efficaci devono essere adeguatamente coordinati con la natura della disfunzione tissutale. Il professionista che è in grado di identificare le caratteristiche biomeccaniche chiave e i modelli di sintomi associati all’intrappolamento dei nervi digitali plantari avrà molto più successo nell’aiutare a risolvere questi problemi con i propri clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.