Lettere oncologiche

Introduzione

Il carcinoma sarcomatoide polmonare (PSC) è un tipo raro di carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) composto da cellule scarsamente differenziate e componenti sarcomi o sarcomatoidi (spindleand/or giant cells) (1). PSC rappresenta lo 0,3-1,0% di tutti i casi di cancro ai polmoni (2,3).I rapporti sistematici di PSC sono rari a causa della rarità intrinseca della malattia. Pertanto, le decisioni relative alle strategie di trattamentosono basate su descrizioni clinico-patologiche di piccole serie di casi o di singoli casi (4,5).

In precedenza, Yendamuri et al (2) hanno identificato 1.921 pazienti con PSC dal database Surveillance, Epidemiology and End Results (SEER) (1973-2008). Un altro studio condotto da Steuer et al (6) ha identificato 7.965 pazienti CONPSC dal National Cancer Database (1998-2011). Gli studi citati hanno confermato che il PSC è un tipo relativamente raro di tumore del polmone con tassi di sopravvivenza globale (OS)più bassi rispetto ad altri tipi di NSCLC. La resezione completa è untrattamento essenziale in assenza di metastasi nei pazienti CONPSC. Tuttavia, il ruolo della chemioterapia adiuvante rimane poco chiaro (7,8). Al meglio delle nostre conoscenze, pochistudi (6,9) si sono concentrati sull’effetto diradioterapia sulla sopravvivenza dei pazienti con PSC. Una sfavorevoleprognosi è prevista a causa delle caratteristiche patologiche di tumori scarsamente differenziati. I diversi tipi patologici di PSC sonoanche poco studiato.

Ad oggi, la strategia di trattamento PSC che viene selezionatadipende dallo stadio della malattia (10).Pertanto, simile ad altri tipi di NSCLC, i medici devono pagareattenzione al PSC resecabile in fase iniziale. I medici devono raggiungere una diagnosi preoperatoria rapida e ridurre al minimo il ritardo prima dell’intervento chirurgicoper evitare la progressione del tumore. La resezione chirurgica radicale (11) è raccomandata per i pazienti operabilie facilita anche una diagnosi accurata. I pazienti con PSC beneficiano in modo significativo della chirurgia diretta al cancro (12,13).

Nel presente studio, sono stati utilizzati cinque tipi specifici di carcinoma sarcomatoide per affrontare le suddette domande non risolte utilizzando il sistema di classificazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) (2015). I cinque tipi specifici di carcinoma marcomatoide studiati erano cellule mandrino puro, cellula gigante pura, carcinosarcoma, blastoma polmonare e pleomorfa, che comprende tumori con cellule mandrino e giganti (14). Il programma Surveillance, Epidemiology, andEnd Results (SEER) è supportato dal National CancerInstitute. Il programma raccoglie una varietà di dettagli, tra cui l’incidenza e la sopravvivenza del cancro, da 18 registri di cancro basati sulla popolazione in tutti gli Stati Uniti, coprendo il 27,8% della popolazione degli Stati Uniti(15). È stata eseguita un’analisi retrospettiva dei pazienti con PSC registrati nel database SEER tra il 1988 e il 2016 per determinare l’impatto prognostico delle caratteristiche clinicopatologiche e delle modalità di trattamento.

Materiali e metodi

Pazienti

Tutti i pazienti con istologicamente confermato PSCbetween il 1988 e il 2016 sono stati estratti dal database del SEER(https://seer.cancer.gov/) utilizzando SEER*Stat 8.3.5 software (https://seer.cancer.gov/seerstat/). La fascia di età dei pazienti era di 18-94 anni (età media, 65,9 anni), e vi era una percentuale leggermente superiore di maschi (59,9%; n=1.032) rispetto alle femmine (40,1%; n=691). Sono stati inclusi i pazienti con PSC primario (n=1.723) come il loro unico tumore primario. I criteri di inclusione sono stati: i) PSC patologicamente confermato tra il 1988 e il 2016; andii) il sito recode ICD-O-3 / WHO 2008 definizione (Classificazione internazionale delle malattie per l’oncologia, Terza edizione) (16) era ‘Polmone e bronco’. I criteri di esclusione includevano: i) Tumori primari multipli; ii) nessun dato prognostico; e iii) mancanza di dati clinicopatologici.

Le caratteristiche demografiche e le caratteristiche clinico-patologiche di questi pazienti sono state raccolte e sono presentatenella Tabella I. Dei 1.723 pazienti,776 sono stati sottoposti a intervento chirurgico. Dei 776 pazienti, 264 avevano stadio I, 145 avevano stadio II, 211 avevano stadio III, 44 avevano stadio IV PSC e 112 avevano nodata per quanto riguarda lo stadio. Il tempo del sistema operativo era l’outcomeand primario misurato è stato definito come l’intervallo dalla diagnosi alla morte da anycause o l’ultimo follow-up nel database SEER.La stadiazione Tumor-Node-Metastasis (TNM) è stata eseguita secondo l’American Joint Committee on Cancer (AJCC) 3rd Edition (1988-2003)(https://seer.cancer.gov/seerstat/variables/seer/ajcc-stage/3rd.html), 6a Edizione (2004-2009) e 7a Edizione (2010-2016) (https://cancerstaging.org/references-tools/deskreferences/Pages/default.aspx).Sono state raccolte diverse variabili, come l’età alla diagnosi, il sesso, la lateralità,il sito primario, il tipo patologico, la differenziazione, il TNM e l’uso della chirurgia e della radioterapia.

Tabella I.

Demografici e clinicalcharacteristics pazienti con malattia polmonare carcinoma sarcomatoide.

analisi Statistica

Il cut-off ottimale valore dell’età e le dimensioni del tumore forOS tasso è stato determinato utilizzando X-tile (Yale School of Medicine), software (versione 3.6.1). È stato utilizzato il metodo Kaplan-Meierogenerare curve di sopravvivenza. Le differenze nel tasso di OS stratificate da ciascunocovariato sono state analizzate dal test log-rank. I modelli di rischio proporzionale cox univariati e plurivariati sono stati utilizzati per valutare le associazioni tra ciascun tasso covariato e OS. I risultati sono stati presentati come hazard ratio e intervalli di confidenza del 95% (CIS).La corrispondenza della propensione è stata eseguita in R v. 3.5. 2 (https://www.r-project.org/) utilizzando il neighbormatching più vicino e una larghezza della pinza di 0,02. È stato sviluppato un nomogramma emodellato utilizzando il pacchetto rms del software R (versione 5.1–4; http://cran.r-project.org/web/packages/rms/index.html).L’analisi statistica è stata condotta utilizzando SPSS 20 (IBM Corp.).P < 0.05 (due lati) è stato considerato per indicare una differenza statisticamente significativa.

Risultati

Caratteristiche basali dei pazienticon PSC

Un totale di 3.897 pazienti inizialmente diagnosticati con PSC tra il 1975 e il 2016 sono stati identificati nel database SEER. Di questi, 1.723 pazienti eleggibili sono stati inclusi nello studio. Il flusso di lavoro di studio e il processo di selezione sono presentati in Fig. 1. Le caratteristiche demografiche e clinicopatologiche dei pazienti sono presentate nella Tabella I.

Analisi di sopravvivenza

Il tempo mediano di sopravvivenza è stato di 8 mesi (range, 0–337mesi). I tassi di sopravvivenza a 1, 2, 3 e 5 anni sono stati rispettivamente del 38,6, 26,3,22,1 e 18,1%. I valori di cut-off ottimali di età ela dimensione tumorale alla diagnosi era di 76,0 anni e 56 mm, rispettivamente, asset mediante analisi X-tile. I tassi di OS dei pazienti concaratteristiche clinicopatologiche e demografiche, come il maschio (P = 0,004; Fig. 2B), di età ≥76 anni(P<0,0001; Fig. 2A), celibe(P=0,0123; Fig. 2D), grado differenziato poortumor (P <0.0001; Fig. 3E) e grandi dimensioni del tumore ≥56 mm(P<0,0001; Fig. 3B), eranosignificativamente peggiore rispetto ad altri pazienti. Le analysessstratified dallo stadio hanno dimostrato che i pazienti dello stadio I con PSCdemonstrated hanno migliorato i risultati del sistema operativo rispetto ai pazienti dello stadio II–IV (P<0.0001; Fig. 3 BIS). I tassi di OS a 5 anni per i pazienti con PSC erano i seguenti: Stadio I, 40,3; stadio II, 23,8; stadio III, 16,0 e stadio IV, 2,3%. I pazienti con blastoma polmonare hanno dimostrato tassi di OS migliorati rispetto ad altri tipi patologici (P<0.0001; Fig. 3 SEPTIES). Altri fattori, tra cuilateralità (Fig. 3C), etnia (Fig. 2C) e sito primario (Fig. 3D), non ha influenzato in modo significativo OSrate.

Chirurgia e radioterapia effetti su osdei pazienti con PSC

I pazienti con anamnesi di trattamento chirurgico al sito primario hanno mostrato un OS significativamente migliorato rispetto a quelli che non hanno ricevuto alcun trattamento specifico (sopravvivenza mediana, 21,0 vs. 4,0 mesi; P<0,001; Fig.4 BIS). Il tasso di OS a 2 anni del gruppo “solo radioterapia” era significativamente più alto rispetto al gruppo “nessun trattamento specifico” (9,1 vs. 5,4%; P<0,001; Fig.4 TER). Le analisi stratificate per stadio hanno dimostrato chela radioterapia ha migliorato significativamente il tasso di OS in pazienti di stadio I-IIIpazienti con PSC senza resezione chirurgica (P<0.001; Fig. 5A) e pazienti di stadio IV con PSCSENZA resezione chirurgica (P = 0,1764, Fig. 5 TER). Le analisi dei sottogruppi per AJCC 3rd, 6th e 7th group hanno dimostrato che tendenze simili esistevano ancora(tutti P<0.05; Fig. S1).

Inoltre, i pazienti che hanno ricevuto solo un intervento chirurgico hanno dimostrato progressi migliorati rispetto a quelli che hanno ricevuto la chirurgia combinata con la radioterapia (P<0.001; Fig. 6 BIS). Dopo la corrispondenza dei valori di propensità, il gruppo “chirurgia più radioterapia” era composto da 156 e il gruppo “solo chirurgia” da 247 pazienti con PSC (1:2). Tuttavia, non sono state trovate differenze significative nella prognosi tra i duesottogruppi (P=0,052; Fig. 6 TER).

Fattori di rischio prognostici indipendenti che influenzano la OS dei pazienti con PSC

Nel presente studio, sono state studiate analisi di rischio proporzionale univariate e multivariate delle variabili che influenzano potenzialmente la OS dei pazienti con PSC. L’analisi Univariateanalysis ha rivelato che età avanzata, maschio, celibe, carcinoma a cellule giganti, grado patologico peggiore, dimensioni del tumore più grandi, stadi successivi di TNM e nessun trattamento speciale erano associati a un OSrate peggiore (tutti P<0.05; Tabella II).Utilizzando l’analisi multivariata, tutti i fattori tranne la differenziazione (P=0.190, Tabella II) sono stati ancora identificati come fattori di rischio indipendenti di prognosi per i pazienti con PSC.

Tabella II.

analisi Univariata e multivariata Coxproportional pericolo di analisi delle caratteristiche cliniche foroverall sopravvivenza dei pazienti con malattia polmonare sarcomatoidcarcinoma.

Predire il sistema operativo dei pazienti con PSC utilizzando un modello nonogram

L’età e le dimensioni del tumore sono state stratificate utilizzando X-tilesoftware. Ciò ha rivelato che i punti di cut-off ottimali per l’età perprevedere la progressione erano 63 e 79 anni. I punti di taglio ottimali per la dimensione del tumore per predire la progressione erano 50e 75 mm. Successivamente, i pazienti con PSC sono stati divisi in tregruppi in base a questi valori di cut-off ottimali. Questi gruppi comprendevano quanto segue: i) Gruppo giovane (<63 anni); ii) gruppo di età media (63-79 anni); e iii) vecchio gruppo (>79 anni). Inaddition i pazienti sono stati raggruppati in base alle dimensioni del tumore: i) <50mm; ii) 50-75 mm; e iii) >75 mm. Differenze significative wereobserved tra il metodo di Kaplan-Meier curve per OS tra le tre ageand dimensioni del tumore gruppi (tutti P<0.05; dati non mostrati).

Successivamente, è stato stabilito un modello di nomogramma per predire la sopravvivenza dei pazienti con PSC. Questo modello ha incorporato tutti i fattori prognostici indipendenti trovati utilizzando l’analisi multivariata(Fig. 7). Nel modello, un punteggio elevatoera associato a una buona prognosi. TNM, modalità di trattamento e etàcontribuito maggiormente alla prognosi, seguita da tipo patologico e dimensione del tumore. L’indice C del modello nomogramma per la previsione osera 0,75 (95% CI, 0,74-0,76).

Discussione

Il presente studio ha riassunto le caratteristiche cliniche dei pazienti con PSC e ha identificato diversi fattori di sopravvivenza utilizzando i dati del database SEER dal 1975-2016.Nel presente studio, la sopravvivenza mediana dei pazienti con PSC è stata di 8 mesi e il tasso di sopravvivenza a 1 anno è stato del 38,6%. I tassi di sopravvivenza a 2, 3 e 5 anni sono stati rispettivamente del 26,3, 22,1 e 18,1%.Rispetto agli studi precedenti (6,17,18), lo studio presentato ha dimostrato che il tasso di sopravvivenza era leggermente basso con un intervallo di sopravvivenza mediano di 11-19 mesi, un tasso di sopravvivenza a 1 anno del 32-71% e un tasso di sopravvivenza a 5 anni del 17-29%. Questo risultato può essere attribuibile a pazienti arruolati in studi precedenti che hanno avuto resezione chirurgica (8,12,13,17). Uno di questi studi (13) ha avuto anche un’alta percentuale di pazienti con PSC in fase iniziale.

Morfologicamente, PSC è generalmente caratterizzato da unalto grado di variabilità ed eterogeneità del tumore (19,20). Lo studio presentato ha anche rivelato che il sottotipo istologico più comune era il carcinoma a cellule giganti, seguito dal carcinoma a cellule fusiformi, dal carcinoma pleomorfo e dal carcinosarcoma. Le precedenti relazioni hanno dimostrato che il carcinoma pleomorfo era un sottotipo istologico comune (1,3,21,22). TheWHO 2015 lung cancer classification (14) ha riferito che il sottotipo meno comune di PSC è il blastoma polmonare (23),che è coerente con i risultati del presente studio.Studi precedenti hanno identificato che conta il blastoma polmonariorappresenta il 3,02% di tutti i casi di PSC (3,6). La maggior partei tipi di carcinoma sarcomatoide sono scarsamente differenziati, carcinoma pleomorfo (7,24), carcinoma a cellule fusiformi (25), carcinoma a cellule giganti (26) ecarcinosarcoma (21,25). Il blastoma polmonare è un sottotipo di tumore bifasico ben differenziato e composto principalmente da una componente epiteliale primitiva (21). I risultati attuali hanno dimostrato che il 51,8% dei casi di blastoma polmonare era ben differenziato o moderatamente differenziato. Scarsamente differenziato o indifferenziato si è verificato nella maggior parte degli altri tipi di PSC(93,6–99,7%). Il presente studio ha anche dimostrato che i pazienti con blastoma polmonare hanno mostrato una migliore sopravvivenza, con un tasso di OS del 60,2% a 5 anni rispetto al 12,2-23,7% per gli altri tipi di carcinoma arcamatoide. Pertanto, il blastoma polmonare è un tumore maligno ben differenziato e ha una sopravvivenza favorevole.

Nel presente studio, 776 dei 1.723 pazienti hanno subito un intervento chirurgico. Dei 776 pazienti sottoposti a intervento chirurgico, il 67,2% aveva PSC di stadio I–II. Nel frattempo, dei 776 pazienti che sono subitiochirurgia, 255 (32,8%) avevano PSC di stadio III/IV. PSC è stato segnalato per essere associato ad alti tassi di recidiva e bassi tassi di OS anche dopo la resezione chirurgica completa (6,11,17).Gli studi di cui sopra (13,27) hanno anche studiato gli effetti della chemioterapia neoadiuvante e della radioterapia sul tasso di OS dei pazienti con PSC. Nei pazienti con stadi ad alto rischio IB, II e NSCLC diiiia, i regimi di combinazione a base di platino sono le strategie di trattamento principali (28). Uneffetto benefico della chemioterapia sul tasso di OS dei pazienti CONPSC può essere difficile da rilevare a causa della bassa incidenza di questomalattia (3). Inoltre, a thebest della nostra conoscenza, gli studi che studiano gli effetti ofchemotherapy sul tasso di OS dei pazienti con PSC sono rari. Lo studio presentato ha considerato il trattamento multimodale; tuttavia, non è stato possibile valutare l’impatto potenziale di sopravvivenza della chemioterapia tra i pazienti con PSC a causa della mancanza di informazioni specifiche sulla chemioterapia nel database SEER.

Il ruolo della radioterapia nei pazienti con PSC èpooramente definito (29). La radioterapiaè stata utilizzata da sola e in combinazione con chemioterapia in pazienti ricoverati con malattia non resecabile o in un adiuvante con alti tassi di recidiva (30). Clinicamente, la radioterapia è sempreservato per i pazienti con rari tipi di cancro ai polmoni (31,32). Ad oggi, pochi studi si sono concentrati sul valore della radioterapia nel PSC.Diversi studi prospettici randomizzati non sono riusciti a dimostrarevantaggi nella somministrazione di radioterapia in pazienti con PSC (24). Nel presente studio,la radioterapia ha un impatto importante sulla sopravvivenza dei pazienticon PSC stratificato per stadio, in particolare stadi I-III. Tuttavia, i pazienti con PSC sottoposti a intervento chirurgico combinato conradioterapia hanno avuto un OS peggiore rispetto a quelli che hanno ricevuto solo la chirurgia. La corrispondenza del punteggio di propensione è stata utilizzata anche per ridurre i pregiudizi nel presente studio. Dopo la corrispondenza dei punteggi di propensione, l’analisi gnostica non differiva significativamente tra i due gruppi. Chaft et al (3)hanno condotto uno studio prospettico su pazienti con PSC e hanno dimostrato che i pazienti sottoposti a intervento chirurgico più terapia adiuvante non avevano un beneficio di sopravvivenza statisticamente significativo rispetto a quelli sottoposti a intervento chirurgico da soli. Questo risultato è simile ai risultatiottenuto dallo studio attuale.

Il presente studio aveva diverse limitazioni. In primo luogo, lo studio è stato condotto in modo retrospettivo, che sempreporta a un pregiudizio di selezione. In secondo luogo, i pazienti con blastoma polmonari erano pochi nel numero nel database VEGGENTE, che può essere un fortefattore fondante che influenza il risultato dell’analisi di sopravvivenza.In terzo luogo, informazioni specifiche, come la sequenza di chemioterapia conla chirurgia, la dose e l’agente della chemioterapia mancano nella SEERdatabase. Pertanto, il presente studio non ha potuto tenere conto deleffetto della chemioterapia sulla prognosi del PSC. In quarto luogo, un certo numero di altri fattori possono influenzare i risultati del presente studio, quali il regime di irradiazione e l’infrastruttura tecnologica dell’attrezzatura.

In conclusione, PSC è un tipo di NSCLC scarsamente differenziato composto da cellule mandrino o giganti. La chirurgia èspesso la prima scelta di trattamento per i pazienti con PSC.Inoltre, la radioterapia può influenzare l’esito a lungo termine nei pazienti di stadio I-III con PSC sottoposti solo a radioterapia senza resezione chirurgica. Il presente studio di coorte di popolazione è stato condotto per stratificare le prognosi dei pazienti con PSC nonostante l’incidenza sia bassa. Età, dimensioni del tumore, TNM e tipo patologicoerano fattori di rischio indipendenti per la prognosi dei pazienti CONPSC. La modalità femminile, sposata e di trattamento erano indipendentifattori protettivi per i pazienti con PSC.

In sintesi, per i pazienti con stadio I–III che non sono adatti per la chirurgia, la radioterapia è stata dimostrata per fornire una prognosi migliore rispetto a nessun trattamento specifico. Al fine di fornire un metodo di previsione individualizzato, il presente studio ha sviluppato un nuovo nomogramma. Presi insieme, i risultati attuali possono aiutare il processo decisionale clinico a migliorare la prognosi.

Materiale supplementare

Dati di supporto

Riconoscimenti

Non applicabile.

Finanziamento

Questo studio è stato sostenuto da sovvenzioni del Progetto di sviluppo sociale della provincia di Jiangsu (sovvenzione n. BE2019768), ethe Zhangjiagang Città Scienza e tecnologia Support Plan (SocialDevelopment) Progetto medico e sanitario (grant no. ZKS1918). Le istituzioni finanziatrici non hanno avuto alcun ruolo nella progettazione dello studio,nella raccolta o nell’analisi dei dati.

Disponibilità di dati e materiali

I dataset generati e/o analizzati durante lo studio sono disponibili nel database SEER (https://seer.cancer.gov/).

Contributi degli autori

XL e YC hanno dato contributi sostanziali alla raccolta dei dati, all’analisi dei dati e alla scrittura manoscritta. ZYa, YH andZYu ha eseguito l’analisi dei dati. QL ha contribuito all’acquisizione einterpretazione dei dati. GF ha progettato lo studio. Tutti gli autori leggono eapprovato il manoscritto finale.

Approvazione etica e consenso per partecipare

Non applicabile.

Consenso del paziente alla pubblicazione

Non applicabile.

Interessi concorrenti

Gli autori dichiarano di non avere interessi concorrenti.

Sim JK, Chung SM, Choi JH, Oh JY, Lee SH,Kim JH, Min KH, Hur GY, Spessore JJ, Kang KH, et al: la Clinica andmolecular caratteristiche polmonare carcinoma sarcomatoide.Coreano J Stagista Med. 33:737–744. 2018. Visualizza l’articolo: Google Scholar: PubMed / NCBI

Yendamuri S, Caty L, Pine M, Adem S, Bogner P, Miller A, Demmy TL, Groman A e Reid M: Risultati dicarcomatoide carcinoma del polmone: Un’analisi di database di sorveglianza, epidemiologia e risultati finali. Chirurgia. 152:397–402. 2012.Visualizza Articolo : Google Scholar : PubMed/NCBI

Chaft JE, Sima CS, Ginsberg MS, Huang J,Kris MG, Travis WD e Azzoli CG: risultati Clinici withperioperative chemioterapia i carcinoma del polmone. JThorac Oncol. 7:1400–1405. 2012. Visualizza articolo: Google Scholar : PubMed/NCBI

Oda D, Ichikawa M, Ito M, Okamoto S,Kimura H e Watanabe K: Drammatico risposta a nivolumab dopo localradiotherapy polmonare pleomorfo carcinoma con rapidprogressive post-chirurgico delle recidive. Cancro al torace. 10:1263–1266.2019. Visualizza Articolo : Google Scholar : PubMed/NCBI

Antoine M, Vieira T, Fallet V, Hamard C,Duruisseaux M, Cadranel J e Wislez M: Polmonare sarcomatoidcarcinoma. Ann Pathol. 36:44–54. 2016.(In francese). Visualizza Articolo : Google Scholar : PubMed/NCBI

Steuer CE, Behera M, Liu Y, Fu C,Gillespie TW, Saba NF, Shin DM, Pillai RN, Pakkala S, Owonikoko TK,et al: Polmonare carcinoma sarcomatoide: Un’analisi del nationalcancer base di dati. Cancro ai polmoni. 18:286–292. 2017. Il nostro sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione.: La chemioterapia perioperatoria non è associata amigliorata sopravvivenza nel carcinoma polmonare pleomorfo di stadio I. J ThoracCardiovasc Surg. 158:581-591.e11. 2019. Visualizza Articolo : Google Scholar : PubMed/NCBI

Maneenil K, Xue Z, Liu M, Boland J, Wu F,Stoddard SM, Molina J e Yang P: carcinoma Sarcomatoide di thelung: esperienza Della Mayo clinic in 127 pazienti. Cancro ai polmoni.19: e323–e333. 2018. Visualizza articolo: Google Scholar : PubMed/NCBI

Schrock AB, Li SD, Frampton GM, Suh J,Braun E, Mehra R, Buck SC, Bufill JA, Peled N, Karim NA, et al:I carcinoma polmonare comunemente harbor o potentiallytargetable alterazioni genomiche o tumore ad alta mutazionale onere asobserved completa analisi genomica. J Toraco Oncol.12:932–942. 2017. Visualizza articolo: Google Scholar : PubMed/NCBI

Rahouma M, Kamel M, Narula N, Nasar A,Harrison S, Lee B, Stiles B, Altorki NK and Port JL: Pneumarysarcomatoid carcinoma: An analysis of a rare cancer from theSurveillance, Epidemiology, and End Database dei risultati. Eur JCardiothorac Surg. 53: 828-834. 2018. Il nostro sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione e per migliorare la tua esperienza di navigazione.: Cura del classico pneumonaryblastoma bifasico oligometastatico con trattamento Tri-modalità aggressivo: serie di casi erevisione della letteratura. Cureus. 10:e35862018.PubMed/NCBI

Parco JS, Lee Y, Han J, Kim HK, Choi YS,Kim J, Spessore YM e Kim K: Clinicopathologic risultati di curativeresection per carcinoma sarcomatoide del polmone. Oncologia.81:206–213. 2011. Visualizza articolo: Google Scholar : PubMed/NCBI

Lococo F, Rapicetta C, Cardillo G, StefaniA, Margaritora S, Leuzzi G, Rossi G, Petracca Ciavarella L, MorandiU, Facciolo F, et al: reperti Patologici e a lungo termine resultsafter trattamento chirurgico per l’polmonare i tumori: Amulticenter analisi. Ann Thorac Surg. 103: 1142-1150. 2017.Visualizza articolo: Google Scholar : PubMed/NCBI

Travis WD, Brambilla E, Nicholson AG,Yatabe Y, Austin JHM, Beasley MB, Chirieac LR, Dacic S, Duhig E,Flieder DB, et al: Il Mondiale 2015 di Salute Organizationclassification di tumori del polmone: l’Impatto della genetica, clinica andradiologic anticipazioni dal 2004 classificazione. J Toraco Oncol.10:1243–1260. 2015. Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione . Numero di persone per razza ed etnia ispanica per i partecipanti VEGGENTI (dati del censimento 2010 1).https://seer.cancer.gov/registri/dati.htmlMarch3-2020

NCI VEGGENTE, . Ricodifica del sito ICD-O-3/WHO 2008definizione*^. https://seer.cancer.gov/siterecode/icdo3_dwhoheme/#footnotesMarch3–2020

Ung M, Rouquette io, Filleron T, TaillandyK, Brouchet L, Bennouna J, Delord JP, Milia J e J Mazières:Caratteristiche ed esiti clinici del carcinoma sarcomatoide del polmone. Cancro ai polmoni. 17:391–397. 2016. Visualizza Articolo : Google Scholar : PubMed/NCBI

Liang X, Li Q, Xu B, Hu S, Wang Q, Li Y,Zong Y, Zhang S e Li C: Mutazione del paesaggio e del tumore mutationburden analisi di Cinese pazienti con malattia polmonare sarcomatoidcarcinomas. Int J Clin Oncol. 24:1061–1068. 2019. Visualizza articolo: Google Scholar : PubMed/NCBI

Boland JM, Mansfield AS e Roden AC:Carcinoma sarcomatoide polmonare-una nuova speranza. Ann Oncol.28:1417–1418. 2017. Visualizza Articolo : Google Scholar : PubMed/NCBI

Basu A, Moreira AL, Simm A e BrandlerTC: carcinoma Sarcomatoide in citologia: Report di una rara entitypresenting in pleurico e pericardico liquido preparazioni. DiagnCytopathol. 47:813–816. 2019.PubMed/NCBI

Franks TJ e Galvin JR: Sarcomatoidcarcinoma del polmone: criteri istologici e lesioni comuni inla diagnosi differenziale. Arch Pathol Lab Med. 134:49–54.2010.In questo modo, il sistema di gestione delle risorse umane è in grado di garantire la sicurezza e la sicurezza di tutti gli utenti e di tutti gli utenti.: Il tumore diffuso attraverso gli spazi aerei identifica un distintosottogruppo con prognosi infausta nel carcinoma lungpleomorfo resecato chirurgicamente. Petto. 154:838–847. 2018. Visualizza articolo: Google Scholar: PubMed / NCBI

Gu L, Xu Y, Chen Z, Pan Y e Lu S:Analisi clinica di 95 casi di carcinoma polmonare sarcomatoide.Biomed Pharmacother. 76:134–110. 2015. Visualizza articolo: Google Scholar : PubMed/NCBI

Yin J, Yang Y, Ma K, Yang X, Lu T, Wang S,Shi, Zhan C, Zhu Y e Wang Q: Clinicopathologicalcharacteristics e la prognosi della polmonare pleomorfo carcinoma: la Populazione–a base di uno studio retrospettivo, utilizzando i dati di VEGGENTE. J ThoracDis. 10:4262–4273. 2018. Il nostro sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione e per migliorare la tua esperienza di navigazione.: Carcinoma polmonare a cellule fusiformi e pleomorfo (“sarcomatoide”): analisi animmunoistochimica di 86 casi. Hum Pathol. 59:1–9. 2017.Visualizza Articolo : Google Scholar : PubMed/NCBI

Weng SS, Cao Y, Tang XJ, Zhu LZ, Tan YN,Dong CX, Chen JQ, Shen H e Yuan Y: Caratteristiche epidemiologiche oflung carcinoma a cellule giganti e terapia per i pazienti con EGFRmutations basato su casi clinici e la surveillance, epidemiology,and end results (SEER) database. Oncotarget. 8:25323–25333. 2017.Visualizza articolo : Google Scholar : PubMed/NCBI

Hong JY, Choi MK, Uhm JE, Parco MJ, Lee J,Parco YH, Ahn JS, Park K, Han JH e Ahn MJ: Il ruolo di palliativechemotherapy avanzata polmonare pleomorfo carcinoma. Medoncolo. 26:287–291. 2009. Visualizza Articolo : Google Scholar : PubMed/NCBI

Ettinger DS, Legno DE, Aisner DL, AkerleyW, Bauman J, Chirieac LR, D’Amico TA, DeCamp MM, Dilling TJ,Dobelbower M, et al: Non a piccole cellule cancro ai polmoni, versione 5.2017, NCCN linee guida di pratica clinica in oncologia. J Natl Compr CancNetw. 15:504–535. 2017. Visualizza Articolo : Google Scholar : PubMed/NCBI

Nakayama S, Sasaki M, Morinaga S andMinematsu N: polmonare non a piccole cellule del polmone con carcinoma a cellule giganti featuresexpressing Morte programmata-ligando 1: Un report di un patientsuccessfully trattati con pembrolizumab. Caso Rep Oncol Med.2018:58630152018.PubMed/NCBI

Wei W, Zhou J, Zhang Q, Liao DH, Liu QD,Zhong BL, Liang ZB, Zhang YC, Jiang R, Liu GY, et al: Postoperativeintensity modulata radioterapia riduce la recidiva locale andimproves sopravvivenza globale in III-N2 non a piccole cellule del cancro del polmone: una singola-center, studio retrospettivo. Cancro Med. Febbraio 26-2020.doi: 10.1002 / cam4. 2937 (Epub prima della stampa). Visualizza articolo : Google Scholar

Qin BD, Jiao XD, Liu K, Wu Y, He X, Liu Jand Zang YS: Fattori clinici, patologici e di trattamentoassociato alla sopravvivenza di pazienti con tumore polmonare primariosalivario tipo ghiandola. Cancro ai polmoni. 126:174–181. 2018.Visualizza l’articolo: Google Scholar: PubMed / NCBI

Yang H, Lin Y e Liang Y: trattamento del carcinosarcoma di lung e di altri rari sottotipi istologici di carcinoma polmonare non a cellule piccole. Curr Treat Options Oncol. 18:542017. View Article : Google Scholar : PubMed/NCBI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.