Heaven

Gesù si riferiva spesso al ‘regno dei cieli’. Il Cielo è regolarmente citato nella Bibbia, la raccolta di libri e lettere, che i cristiani riconoscono come ispirato da Dio.

Gesù ha usato parabole – semplici storie – per descrivere il cielo, spesso implicando che possiamo intravedere il cielo mentre ci avviciniamo a lui. Parlando del suo ‘Padre celeste‘, disse ai suoi seguaci che quando li aveva lasciati andava alla’ casa del Padre’ per preparare un posto per loro. La Bibbia spiega che Gesù fu ‘preso in cielo’ dopo che fu risuscitato dai morti ed era apparso vivo a molte persone, mangiando pasti con alcuni di loro, mostrando che non era un fantasma o un’apparizione ma un corpo fisico vivo, respirante.

I cristiani credono che Gesù sta preparando una casa celeste per i suoi seguaci e, proprio come Gesù è stato fisicamente risuscitato dai morti, la morte non sarà una fine, ma un nuovo inizio di vita con Dio come cittadini del suo regno celeste.

“Non è possibile sapere oltre ogni dubbio cosa riserva il futuro, ma i cristiani credono che Gesù sia venuto dal cielo e sia tornato in cielo.”

Non è possibile sapere oltre ogni dubbio cosa riserva il futuro, ma i cristiani credono che Gesù sia venuto dal cielo e sia tornato in cielo, dove continua a interagire con i suoi seguaci attraverso il suo Spirito Santo, quindi è meglio qualificato per spiegare com’è il cielo.

Una visione del cielo

Uno dei più stretti seguaci di Gesù, Giovanni, ha avuto una visione del cielo, che egli descrive come un luogo dove la tristezza, il dolore e la morte stessa finiscono una volta per tutte. Scrisse della visione nell’ultimo libro della Bibbia chiamato Rivelazione.

La Rivelazione è il libro più misterioso della Bibbia che usa un linguaggio pittorico profondamente poetico per descrivere ciò che potrebbe essere considerato indescrivibile. Giovanni usa immagini stravaganti di città, matrimoni e una fruttuosa città giardino per condividere la sua visione del cielo come un luogo di pace, felicità, giustizia e godimento della presenza di Dio.

Oltre a ciò, la Bibbia fornisce solo suggerimenti su ciò che gli esseri umani sperimenteranno oltre la morte. Tuttavia, i suggerimenti sono sufficienti per emozionarci che gli esseri umani dovrebbero anticipare un’esperienza esilarante e bella alla magnifica presenza di Dio.

Continua qui sotto…

Cristianesimo Paradiso

Fiducia cristiana

I cristiani attendono con ansia il paradiso come luogo in cui le persone troveranno la guarigione completa e tutto ciò che riguarda la loro identità potenziato al suo pieno potenziale. In questo contesto essi godranno per sempre dell’amore di Dio e l’uno dell’altro.

Di conseguenza, i cristiani affrontano la loro morte con due credenze fiduciose.

  • In primo luogo, Dio è giusto. È assolutamente inconcepibile che qualcuno subisca un destino che non merita.
  • In secondo luogo, Dio è infinitamente amorevole. La Bibbia dice che nulla nella vita o nella morte può separare le persone dall’amore di Dio.
  • La fede cristiana non ha alcun suggerimento di reincarnazione.

Alcuni cristiani sono fiduciosi che ogni singolo uomo e donna nella storia del pianeta sarà accolto alla presenza di Dio, perdonato e accettato perché il suo amore è trionfante.

Altri cristiani sostengono che è necessaria una decisione sulla terra di cercare il perdono di Dio e di seguire Gesù per essere sicuri di essere accettati in cielo. Le persone che rifiutano Dio durante la loro vita avranno la loro decisione terrena rispettata. Alcuni cristiani credono che cesseranno di esistere del tutto; altri credono che coloro che rifiutano Gesù soffriranno un’eternità di angosciante rimpianto.

Purgatorio

C’è una credenza tra alcuni cristiani cattolici e ortodossi che ci sia uno stato di transizione tra questa vita e il cielo noto come Purgatorio. Questi cristiani credono che questo sia un luogo dove le anime umane possono essere purificate e preparate a trascorrere l’eternità con Dio. È visto come senza gioia, perché la giustizia deve essere fatta per la trasgressione di una vita, ma può essere abbreviata dalle preghiere di coloro che sono ancora vivi sulla terra.

Il purgatorio non è menzionato nella Bibbia, ma il concetto esiste fin dai primi secoli della chiesa cristiana. Durante il 16 ° secolo ci sono stati notevoli sconvolgimenti nella chiesa cristiana. Le chiese che sono state fondate da allora (chiese protestanti) non hanno questa credenza nel purgatorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.