Guarda i castelli medievali in rovina dell’Europa Tornare in vita

Prima della sua rovina, il castello di Samobor in Croazia si spostò dallo stile romano-gotico a quello rinascimentale.'s Samobor Castle shifted from Roman-Gothic to Renaissance style.
Prima della sua rovina, il castello di Samobor in Croazia si spostò dallo stile romano-gotico a quello rinascimentale. Tutte le immagini courtesy Budget Direct

Il passato è spesso un rifugio dal presente. Che sia dove eri due settimane fa o 10 anni fa, c’è una certa sicurezza che deriva dalla certezza di allora.

Forse è per questo che un team di designer ha recentemente guardato i castelli ormai in rovina dell’Europa medievale, sollevando le fortificazioni dai loro stati fatiscenti e reinventando digitalmente le strutture come erano nel loro periodo d’oro.

Anche se una parvenza del loro antico splendore rimane, oggi, sia attraverso offese combattive o mera negligenza, siti un tempo fortificati dall’Irlanda alla Romania sono degradati. Le rovine si trovano sulle colline e sulle scogliere – qualunque cosa abbia dato loro il dominio sulle terre circostanti. Erano le case dei governanti e delle élite sbarcate, piene di torrette, torri, parapetti e—naturalmente—mura molto corpulente.

Ora puoi immaginare come queste fortezze un tempo grandi possano essere apparse nel loro periodo di massimo splendore, prima che le devastazioni del tempo prendessero piede. Sette castelli europei sono stati praticamente ricostruiti, ripristinandoli dai loro torrioni ai loro bailey. Gli architetti hanno esaminato attentamente vecchi dipinti, progetti e altri documenti di ricerca che descrivono le roccaforti, quindi hanno offerto le loro opinioni al team di progettazione di Neomam Studios, che ha rianimato digitalmente le strutture da zero.

Da una fortificazione francese del nord costruita da Riccardo I d’Inghilterra a un castello una volta occupato da Vlad l’Impalatore, questi edifici sono ricostruiti in un modo che ti ispira a pensare a come stavano una volta—sentinelle apparentemente permanenti sui loro regni, risolute anche di fronte al tempo stesso.

article-image
Il castello di Samobor in Croazia è stato scambiato tra le élite dell’Europa centrale per secoli, prima di essere venduto alla città di Samobor per circa $200 nel 1902. Il fossato, l’ingresso e le mura sono tutto ciò che rimane.
article-image
Oggi una rovina decaduta, ricoperta di edera, il Castello di Menlo era una dimora signorile nell’Irlanda del xvi secolo.
article-image
Pochi resti del castello scozzese di Dunnottar, costruito su un promontorio che domina il Mare del Nord. Un tempo fu occupata dai Pitti, poi dai vichinghi e infine dagli scozzesi, e persino riparò i gioielli della corona scozzese durante la guerra civile inglese.
article-image
Costruito alla fine del XII secolo da Riccardo I d’Inghilterra, Château Gaillard fu distrutto 400 anni dopo da Enrico IV di Francia. Nei suoi giorni di gloria, anche “château” era un eufemismo.
article-image
Un incendio nel 1780 devastò il castello di Spiš in Slovacchia, lasciandolo una parvenza del suo antico sé. Ma durante il Rinascimento, era uno dei più grandi castelli dell’Europa centrale.
article-image
Oggi, una caratteristica torre alta 115 piedi rimane in piedi sopra le rovine del castello di Olsztyn in Polonia. Una volta di proprietà del re Władysłow II Jagiełło di Polonia, il castello cadde a pezzi dopo le guerre del 17 ° secolo con gli svedesi.
article-image
La Fortezza di Poenari è stata una rovina per centinaia di anni. Prima di allora, era la casa di Vlad l’Impalatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.