Gli infermieri creano regime intestinale | Nurse.com Blog

Un’infermiera del turno di notte che lavora in un’unità medica occupata si sta già prendendo cura di quattro pazienti quando arriva una nuova ammissione dall’ED. Il paziente maschio di 78 anni non ha mosso le sue viscere in tre giorni. Il medico ha scritto gli ordini di ammissione per il paziente e ha già lasciato l’ospedale — ma non è riuscito a includere un regime intestinale. Cosa fa l’infermiera? L’infermiera chiama il medico alle 3 del mattino per un ordine per un regime intestinale o chiede all’infermiera del turno di giorno del paziente di ottenere l’ordine?

Gli specialisti geriatrici a Christiana Care Health System a Wilmington, Del., ha voluto prevenire le complicazioni che possono derivare da stitichezza non trattata e migliorare la cura e il comfort del paziente. Un team interdisciplinare composto da infermieri, medici, farmacisti e dietisti è stato formato per sviluppare una linea guida per la gestione della stitichezza e un protocollo/ordine di stitichezza guidato dall’infermiera. Gli obiettivi erano prevenire o gestire la stitichezza acuta nei pazienti ospedalizzati, aumentare il numero di pazienti che hanno un movimento intestinale ogni due o tre giorni e migliorare la documentazione dei movimenti intestinali. Il team ha raggiunto i suoi obiettivi.

“Questo ci ha permesso di aiutare davvero i nostri pazienti che assumono così tanti farmaci costipanti”, afferma l’infermiera del personale Jean Marie Okoniewski, RN, BSN, BC. “Questo protocollo è davvero utile e facile da avviare sui pazienti.”

Come funziona

Il protocollo è stato approvato dal personale medico / dentale e dai consigli infermieristici appropriati a Christiana Care per gli infermieri per avviare un regime intestinale per costipazione acuta basato su criteri specifici preapprovati. Queste informazioni sono incluse in un modulo grafico separato che fa parte del pacchetto di ammissione. Il RN esamina un elenco di controindicazioni (ad esempio, diarrea, NPO, ileo, nausea/vomito attivo, chirurgia addominale) e controlla quelli che sono applicabili.

Se non ci sono controindicazioni e il paziente soddisfa i criteri (nessun movimento intestinale in due o tre giorni), l’infermiere inizierà il regime intestinale per costipazione acuta al momento del ricovero e/o in qualsiasi momento durante la degenza ospedaliera.

Il set di protocollo / ordine include farmaci orali (Senna e Docusato sodico). Supposte (Bisacodile) e clisteri (olio minerale) sono ordinati per le feci nel retto, determinate dall’esame rettale se non si verifica BM in tre giorni. L’accento è posto anche sull’idratazione e sull’aumento delle fibre nella dieta, se appropriato. I pazienti sono incoraggiati a bere 1500 ml di liquidi al giorno a meno che non siano controindicati dal punto di vista medico.

L’assunzione di liquidi può includere gelato, sorbetto, ghiaccio d’acqua, gelatina, zuppe, brodo, caffè, tè, soda o succo di frutta. L’infermiera può anche ordinare succo di prugna o consultare un dietista. Il budino di Fiberfull è disponibile per i pazienti con l’ordine di un dietista. Un foglio di cordialità del paziente sulla stitichezza viene anche esaminato con il paziente e la famiglia.

Risultati

Una revisione del monitoraggio/grafico del movimento intestinale di un giorno è stata completata su tutti i pazienti dai consigli di qualità e sicurezza basati su unità presso gli ospedali Christiana e Wilmington nel maggio 2006 (linea di base), luglio 2007 e gennaio 2008. Il censimento medio dei pazienti per le tre recensioni è stato 653.

Dopo l’inizio del protocollo guidato dall’infermiere, la percentuale di pazienti documentati senza movimento intestinale è diminuita di oltre il 50% rispetto al basale. C’è stata anche una riduzione del 25% della percentuale di pazienti che non hanno avuto un movimento intestinale in quattro giorni o più. Inoltre, c’è stato un miglioramento del 15% nel numero di pazienti che hanno avuto un movimento intestinale in uno o tre giorni.

Il feedback diretto degli infermieri sul protocollo di stitichezza è stato positivo.

“è meraviglioso”, dice l’infermiera del personale Cynthia Noble, RN, BSN, BC. “Fa risparmiare tempo cercando di ottenere ordini intestinali dai medici, e vediamo i risultati molto più velocemente. Abbiamo pazienti molto più comodi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.