Fatti instancabili sulle Suffragette

Nel corso degli anni, ci sono stati alcuni movimenti incredibilmente importanti guidati da donne che hanno chiesto uguali diritti. Uno dei primi gruppi a guadagnare grande trazione è stata la Suffragette che è venuto fuori dalla Gran Bretagna a cavallo del 20 ° secolo. Mentre continuiamo a lottare per una vera uguaglianza, guardiamo indietro alle formidabili donne che sono venute prima di noi e hanno gettato le basi per la lotta che continua fino ad oggi.

Radici con Mill

Sebbene le donne avessero cercato diritti per anni, il movimento delle suffragette britanniche decollò davvero quando John Stuart Mill prese posto nel parlamento britannico. Dopo aver preso il suo posto, Mill ha parlato del trattamento delle donne nel suo paese e della necessità che ci sia una nuova legislazione per affrontare la questione. Nel 1869 pubblicò l’influente saggio The Subjection of Women.

Creazione delle “Suffragette”

Il termine “suffragette” prima apparizione in stampa nel 1906, quando Il Daily Mail ha usato come un modo ampio per separare le donne della Donna nella vita Sociale e Politica dell’Unione (WSPU) da parte di altre donne che protestavano in maniera più conservativa.

Bel tentativo

L’uomo che ha coniato il termine “suffragette” in realtà significava che era una brutta cosa. Le donne di cui stava parlando, tuttavia, hanno preso la nuova parola sporca e l’hanno abbracciata con orgoglio. In poco tempo, queste donne adottarono la parola per se stesse e divennero orgogliosamente note a tutti come suffragette.

Tutti in Famiglia

Una madre e figlia tag-team ha guidato i primi suffragette. Nel 1903, Emmeline Pankhurst fondò la WSPU, insieme alle sue due figlie Christabel e Sylvia.

Rendere orgoglioso Thoreau

Quando le donne Pankhurst fondarono la WSPU, erano acutamente consapevoli di una realtà che fa riflettere. C’erano diversi gruppi di donne che protestavano per l’uguaglianza, ma hanno visto pochi cambiamenti. Così, hanno deciso di adottare tattiche alternative. Comprendevano il potere della disobbedienza civile e ricorrevano anche occasionalmente a incendi dolosi e altri crimini per attirare l’attenzione sulla loro causa. Anche se molto controverso, devi ammettere: ha ottenuto risultati.

Slogan

Perché Pankhurst capito che ci sarebbero voluti azioni, non semplicemente il suono delle voci, per cambiare le cose, ha creato il motto “Atto, non parole” per WSPU.

Solo per le donne

La WSPU si è mantenuta come un’organizzazione strettamente femminile, non consentendo l’iscrizione degli uomini.

Facendo la sua parte

Frederick Pethick-Lawrence, il marito di Emmeline Pankhurst, ha fatto la sua parte servendo come coeditore per la pubblicazione “Votes for Women” che ha iniziato. Sebbene non potesse unirsi al WSPU, protestò ancora e scontò il carcere per il suo attivismo. Ha anche partecipato allo sciopero della fame.

Unequally Equal

Nel 1918, la Gran Bretagna ha ceduto alle richieste per il diritto di voto per le donne, passando la rappresentazione del popolo Act 1918 in legge. Questo, tuttavia, è venuto con alcune disposizioni. Affinché le donne potessero votare, dovevano avere più di 30 anni e soddisfare determinate qualifiche di proprietà.

Riequilibrare il New Balance

La rappresentazione del People Act del 1918 non fu certo una grande vittoria. Mentre ha dato alle donne selezionate il diritto di voto, ha anche dato a tutti gli uomini di età superiore ai 21 anni, indipendentemente dalla proprietà, il diritto di voto. Il Parlamento ha fatto questo al fine di garantire che le donne non portassero alcuna maggioranza di voto alle elezioni.

I combattenti prima, le donne poi

Oltre a dare a tutti gli uomini sopra i 21 anni il diritto di voto, la Representation of the People Act del 1918 dava anche agli uomini di età superiore ai 19 anni che prestavano servizio nelle forze armate il diritto di voto. Questo è stato fatto sulla scia della prima guerra mondiale.

Infine

Non sarebbe stato fino al 1928, un intero decennio dopo, che tutte le donne di età superiore ai 21 anni hanno ottenuto il diritto di voto con la rappresentazione del People (Equal Franchising) Act 1928. Nelle elezioni del 1929, le donne avrebbero effettivamente costituito la maggioranza dell’elettorato, al 52,7 per cento. E guarda: il mondo non è finito! Chi l’avrebbe mai detto?

Quasi raggiungere il suffragio

Anche se il diritto di voto finalmente arrivato nel 1928, è quasi successo molto prima. Il disegno di legge di conciliazione era fondamentalmente lo stesso disegno di legge alla rappresentazione del popolo Act 1918, ma è venuto otto anni prima. Ancora meglio, ha effettivamente ricevuto abbastanza voti per essere approvato in legge in prima lettura. Tuttavia, il primo ministro Herbert Henry Asquith intervenne e chiuse il disegno di legge prima della sua istituzione, affermando che non era rimasto abbastanza tempo parlamentare. E ” stato un tradimento orribile—ma il giorno è diventato ancora più scuro da lì.

Backlash

Dopo che il primo ministro Asquith ha chiuso il disegno di legge di conciliazione, c’era indignazione nelle strade. Le suffragette assaltarono il parlamento in segno di protesta e scoppiò uno scontro, con la conseguente cattura di 119 suffragette. La violenza che le autorità hanno commesso contro le donne che protestavano ha ricevuto l’attenzione nazionale, e il giorno è andato giù in infamia come Venerdì nero.

Un amico di Selfridges

Il fondatore del famoso grande magazzino Selfridges era un convinto sostenitore del movimento delle suffragette. Henry Gordon Selfridge ha fornito supporto agli attivisti acquistando spazi pubblicitari nelle loro pubblicazioni e sventolando la bandiera WSPU sopra il suo negozio.

Allied Support

Mr. Selfridge una volta ha mostrato il suo sostegno per il movimento suffragette rifiutando di sporgere denuncia contro un attivista che ha distrutto una finestra del suo grande magazzino.

Supporto maschile

Oltre a Selfridge, c’erano alcuni altri uomini d’élite che gettavano il loro peso dietro il movimento delle suffragette. Questo includeva i parlamentari Keir Hardie e George Lansbury, entrambi primi leader del Partito Laburista. Oltre a sollevare regolarmente la questione in Parlamento, il signor Lansbury si è dimesso dal suo posto in Parlamento a sostegno, ma era appena iniziato. Non molto tempo dopo, è stato gettato in prigione per aver tenuto un discorso a una manifestazione della WSPU in cui ha dichiarato il suo sostegno agli attacchi incendiari delle suffragette.

Più grande del Labour

Nonostante esista ancora oggi, il Partito laburista in realtà cadde dietro le suffragette in termini di popolarità e sostegno finanziario, poiché le suffragette superarono il loro reddito annuale da abbonamenti e donazioni a partire dal 1909.

Artisti marziali

A causa della loro propensione a impegnarsi nella violenza durante le proteste, ci sono stati molti flare-up per le strade durante il movimento suffragette. Rendendosi conto che avevano bisogno di più protezione, molte delle suffragette addestrati nell’arte marziale giapponese di Jiu-Jitsu. Oltre a ciò, hanno anche nominato i loro membri più efficaci come guardie del corpo per circondare e proteggere i membri di spicco del movimento durante le proteste.

Mancando il Momento monumentale

Quando le donne furono finalmente concesse pari diritti di voto nel 1928, Emmeline Pankhurst non era lì per vedere il lavoro della sua vita pagare. Tragicamente, è passata solo 18 giorni prima.

Donne”Unladylike”

Gran parte della propaganda usata contro le suffragette le attaccava per andare contro i valori accettati dell’epoca. Sono state presentate come donne contro l ‘ ” ordine naturale “che erano” innaturali”, poiché non stavano vivendo la vita ideale di una donna, sposata con bambini. Essendo donne forti, sono stati ritratti come pericolosi perché” femminilizzati ” uomini attraverso la propria mascolinità.

Quante suffragette?

È difficile ottenere un numero su quante suffragette ci fossero, ma in Gran Bretagna, le autorità hanno arrestato oltre 1.000 donne durante il movimento e da qualche parte tra 2.000-5.000 iscritti al WSPU.

Un’altra sorella

Come ultima figlia di Emmeline, Adela Pankhurst era la sorella perduta del gruppo. Mentre ha partecipato a molte delle proteste, tra cui scioperi della fame, era vocalmente contro la militanza del resto della sua famiglia e la WSPU. Dopo aver lasciato la WSPU nel 1913, sua madre la incoraggiò a lasciare il Regno Unito ed emigrare in Australia. “Incoraggiare” potrebbe essere una parola debole qui: Emmeline è arrivata al punto di comprarle un biglietto e darle £20 per il viaggio. Questa faida familiare sarebbe durata per il resto della loro vita.

Censimento rovinato

Nel 1911, poiché sentivano di non contare nella società, molte suffragette rifiutarono di partecipare al censimento e lo sconvolsero notevolmente rovinando i loro documenti, scrivendo in cose come ” suffragette “per la loro occupazione e” Nessuna persona qui, solo donne!”nei titoli dei giornali.

Riunioni reali

Le Suffragette usavano la famosa Royal Albert Hall come sede per tenere riunioni e raduni. In realtà, in cima alle suffragette, anti-suffragette affittato fuori troppo! I WSPU erano fedeli mecenati della sala, tenendo oltre 20 riunioni lì dal 1908 al 1918. Tuttavia, in seguito sono diventati il primo gruppo ad essere bandito dalla sala, a causa dei danni causati da tutte le interruzioni che hanno portato con loro.

Prima donna MP

Sebbene la prima donna eletta al Parlamento nel 1918 fosse suffragetta, non prese il suo posto per solidarietà. La prima donna, quindi, a diventare parlamentare in Gran Bretagna fu Nancy Astor, che succedette al marito benestante e non era suffragetta. Questo ha ottenuto sotto la pelle delle suffragette, come hanno visto l’Astor americano come in piedi per quello che erano contro, essendo un’élite della classe superiore. Tuttavia, nel corso degli anni Astor li avrebbe conquistati sostenendo le loro cause attraverso il supporto di altre parlamentari femminili e impegnandosi nella lotta per una reale uguaglianza di voto.

Fame

Gli scioperi della fame sono stati alcuni dei più famosi dei WSPU proteste. Marion Wallace-Dunlop ha iniziato il primo di questi nel 1909, come ha protestato il rifiuto della polizia di concederle lo status di prigioniero politico durante la prigionia.

La Martire

Emily Wilding Davison è famosa per essere la martire del movimento delle suffragette. Al Derby di Epsom del 1913, uscì di fronte al cavallo del re d’Inghilterra in pista. Il cavallo non si fermò, e lei soccombette alle sue ferite non molto tempo dopo.

Nuovo indirizzo

Prima che l’Epsom Debry la rendesse martire, Davison era una suffragista appassionata che divenne ben nota per altre coraggiose proteste. Il suo atto più famoso era nascosto in un armadio della Camera dei Comuni durante la notte del censimento del 1911 per poter scrivere in “House of Commons” come suo discorso sul censimento.

Gatto e topo

Gli scioperi della fame delle suffragette sono stati il risultato di suffragette che hanno ricevuto pene sproporzionatamente dure per le loro proteste nelle strade. Per combattere gli scioperi della fame, le guardie forzarono i loro prigionieri, causando gravi ferite. Al fine di affrontare gli scioperi della fame, il governo ha approvato il Cat and Mouse Act del 1913. Ciò che questo atto ha fatto, in realtà, è stato rilasciare i prigionieri che erano troppo feriti per rimanere in prigione fino a quando non si sono ripresi, e poi reimprison loro una volta ritenuti abbastanza sani. Ne seguì un circolo vizioso dopo il quale le donne sarebbero state nuovamente imprigionate, rilasciate e poi reimpregnate.

Missione sotto copertura

Al fine di scoprire l’orribile trattamento che le autorità hanno sottoposto alle suffragette, Lady Constance Lytton è andata sotto copertura ed è entrata nel sistema carcerario. Durante la sua prigionia, le guardie la alimentarono forzatamente otto volte spingendole un tubo di quattro piedi lungo la gola in modo che il liquido potesse essere incanalato nello stomaco. Constance ricordò che dopo la prima alimentazione forzata, il dottore la schiaffeggiò sul viso per trasmettere il suo disprezzo per lei.

Trauma forzato

Lytton alla fine rivelò la sua nobile identità e le autorità la liberarono prontamente dalla prigione, ma era troppo tardi. Non molto tempo dopo il suo rilascio, ha sofferto di un infarto e un ictus da cui non si è mai ripresa. È passata a 54 anni, ed è opinione diffusa che la sua fine sia stata il risultato diretto del trattamento orribile che ha ricevuto in prigione.

La linea che non avrebbero attraversato

Sebbene le tattiche delle suffragette fossero spesso violente, Emmeline Pankhurst diede l’ordine rigoroso che nessuna suffragetta dovrebbe mai uccidere: “Non un gatto o un canarino da uccidere: Nessuna vita.”

Obiettivi

Nel corso degli anni del movimento, le suffragette piantarono bombe all’interno di monumenti come l’Abbazia di Westminster, la Cattedrale di St. Paul, la Cappella Rosslyn, la Bank of England, la National Gallery e molte stazioni ferroviarie.

Contro la Chiesa

Le chiese erano un bersaglio particolare per le suffragette dopo che la Chiesa d’Inghilterra uscì e condannò vocalmente i diritti del suffragio femminile.

Simbolo dell’Arco

Giovanna d’Arco è diventata un simbolo con le donne oppresse di tutto il mondo, e le suffragette non erano diverse, poiché avevano un debole per usare Giovanna d’Arco come simbolo per la propria lotta.

Supporto silenzioso

Le azioni delle suffragette militanti hanno allontanato alcuni potenti aspiranti sostenitori. L’Arcivescovo di Canterbury sostenne il suffragio femminile, ma mantenne tale sostegno privato per evitare atti di vandalismo. Winston Churchill, il ministro degli Interni al momento, anche creduto che la militanza delle suffragette ha fatto più danni al movimento di suffragio che bene. Ha notoriamente dichiarato che “la loro causa ha marciato all’indietro.”Facile per te dirlo, Winny.

Oltre l’oceano

Il primo paese a concedere il diritto di voto alle donne nel mondo fu la Nuova Zelanda, che lo fece nel lontano 1893. Negli Stati Uniti, stati come il Wyoming avevano permesso alle donne di votare tornando al loro tempo come un territorio, e il primo stato a sancire ufficialmente le donne fu Washington nel 1910. Non sarebbe fino al 1920 che le donne ricevono il loro riconoscimento nazionale negli Stati Uniti, con l’approvazione del 19 ° emendamento.

Stallo uguaglianza

Anche se la Gran Bretagna ha l’uguaglianza indipendentemente dal sesso, gli Stati Uniti non hanno mai ratificato ufficialmente il loro Equal Rights Amendment, che è stato redatto nel 1921 nel tentativo di garantire uguali diritti per tutti i cittadini, indipendentemente dal sesso. A partire dal 2018, l’ERA è ancora nel limbo americano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.