Dovrebbe un massaggio mai male?

Tutti sanno che andare da una massaggiatrice per un massaggio del corpo o fare un massaggio a casa è fantastico e ti fa bene, ma dovrebbe far male essere davvero efficace?

Mentre dipende dal tipo di massaggio, nella maggior parte dei casi, è perché il corpo reagisce con due risposte: la risposta di rilassamento e la risposta meccanica. Il primo vede l’applicazione del tocco che aiuta la respirazione a rallentare, la pressione sanguigna scende e gli ormoni dello stress diminuiscono. Nel frattempo, la manipolazione fisica dei muscoli crea la risposta meccanica. Vedrai un aumento della circolazione sanguigna e linfatica e il rilassamento dei tessuti molli, che a sua volta rilascia nervi e tessuti connettivi più profondi. Parlare di relax.

Ma quando si tratta di dolore durante il massaggio, secondo Laura, un massaggio sportivo e terapeuta dei tessuti molli, ogni cliente percepirà il dolore in modi diversi. “È fondamentale che il terapeuta venga a conoscenza della tolleranza al dolore di un cliente e di quanto sia profonda la pressione con cui si sentono a proprio agio”, afferma Laura.

Diversi muscoli del corpo assumeranno una pressione più dura rispetto ad altri, ad esempio, la schiena assumerà una pressione abbastanza ferma ma la stessa pressione applicata alle cosce potrebbe essere più dolorosa. “Il massaggio può essere tenero su aree ristrette del muscolo poiché le fibre muscolari sono diventate tese e i punti di innesco (nodi) nei muscoli possono causare dolore riferito lungo la via nervosa, ma un massaggiatore conoscerà la loro anatomia, quindi la pressione non viene applicata solo su strutture delicate e muscoli e fascia.”dice Laura. “Alcune persone riferiscono che il dolore è un buon dolore perché il rilascio di tensione può sentirsi alleviante se si sta accumulando da qualche tempo.‘

Quando si tratta di equilibrio piacere-dolore, c’è sicuramente un dolore’ cattivo’. “Non dovresti accettare disagio o dolore se non ti viene un sollievo muscolare”, dice Laura. ‘Non ci dovrebbe essere dolore acuto, bruciante o caldo. Il terapeuta può utilizzare un punteggio di dolore su 10 con il cliente in modo che il dolore possa essere monitorato e progredire facilmente.’Non sentirti male-il tuo professionista VUOLE sapere cosa vuoi e come. ’ Non ci offendi mai’, aggiunge Laura.

L’obiettivo finale di un massaggiatore è quello di ‘ascoltare’ i tessuti e applicare solo una pressione così profonda come il cliente consente. Con ogni sessione regolare, il terapeuta può andare più in profondità come ci si abitua alle sensazioni ei muscoli iniziano a rilassarsi. Quindi, se stai sussultando al tocco più puro, in poche sedute i tuoi muscoli saranno rilassati, sarai afflitto e qualsiasi dolore che hai provato durante un massaggio sarà fluttuato via.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.