Cosa succede quando abbiamo bassi globuli bianchi?

Sai cosa sono i leucociti e perché i loro valori dovrebbero essere curati? I leucociti rappresentano un tipo di globuli bianchi che è molto importante per il corretto funzionamento del sistema immunitario.

È probabile che i globuli bianchi siano in gran parte responsabili della difesa del nostro sistema immunitario, ma in realtà rappresentano l ‘ 1% del sangue totale.

Quando c’è un livello stabile di produzione di leucociti, serve a prevenire le infezioni, poiché lo deformano e quindi inghiottono l’agente patogeno che lo ha causato. Quindi sono indispensabili per preservare la salute del corpo.

Sapere cosa succede quando si hanno bassi globuli bianchi aiuta a sapere se si dispone di una condizione come conseguenza di esso, ma si deve anche sapere che cosa provoca, possibili sintomi o altre informazioni necessarie su di esso per essere attenti e considerare cosa fare se si verificano bassi livelli di globuli bianchi.

Cosa sono i leucociti?

I leucociti, chiamati anche globuli bianchi, sono una componente importante del sangue e una parte fondamentale del sistema immunitario. I globuli bianchi sono fatti nel midollo osseo e alcuni altri maturano nei linfonodi, nella milza o nel timo.

I globuli bianchi ci proteggono da germi, batteri e virus usando una risposta immunitaria, ma quando c’è una carenza di leucociti la persona è soggetta a infezioni o malattie.

Cosa succede quando i globuli bianchi sono bassi?

Nel caso in cui una persona abbia una diminuzione dei globuli bianchi può essere dovuta a danni al midollo osseo, disturbi immunitari e infezioni gravi, questa condizione è chiamata leucopenia.

La leucopenia è la diminuzione dei globuli bianchi che circolano nel sangue e si verifica quando il numero di leucociti per millilitro di sangue è inferiore a 3500. A seconda del tipo di leucociti diminuiti, la leucopenia è classificata come:

  • Neutropenia: è la diminuzione del numero di neutrofili che è il tipo più comune di leucociti.
  • Eusinopenia
  • Linfopenia
  • Monocitopenia
  • Basopenia

Valori fondamentali

La quantità di globuli rossi nel sangue decreto la qualità delle difese nel sangue, i valori sono alti o bassi possono identificare un disturbo del sistema immunitario.

Una diminuzione dei leucociti inferiori a 4000 microlitri di sangue abbassa le difese e rende la persona vulnerabile ad allergie, batteri e infezioni, che è ciò che è noto come leucopenia.

Un adulto sano ha circa 4.000 a 11.000 cellule per microlitro di sangue equivalente all ‘ 1% del sangue e tra 9.000 e 30.000 per un neonato. La durata della vita dei leucociti maturi può variare da poche ore a diversi giorni.

Che cosa causa bassi globuli bianchi?

Per lo più bassi livelli di globuli bianchi sono dovuti a qualche patologia che è presente o è latente nel sistema immunitario, poiché altera il corretto funzionamento del corpo, per cui le sue cause possono variare, tra le più comuni sono:

  • Leucemia: La leucemia è una malattia in cui il midollo osseo produce un gran numero di globuli bianchi anormali.Il lupus eritematoso sistemico è una malattia autoimmune che attacca cellule e tessuti nel corpo.
  • Chemioterapia
  • Radioterapia.HIV.

Ci sono anche altre cause che generano leucopenia a causa di condizioni come:

  • Anemia aplastica.
  • Anoressia nervosa.
  • Ipertiroidismo.
  • Istoplasmosi.Artrite reumatoide.
  • Sindrome di Sjögren.
  • Sindrome di Kostman.
  • Tubercolosi.
  • Sepsi.
  • Ingrossamento della milza.
  • Febbre tifoide.
  • Malaria.
  • Linfoma di Hodgkin.
  • Mielibrosi.

Sintomi

I sintomi della leucopenia di solito si verificano quando la condizione è peggiorata o molto tempo dopo questo squilibrio. Tuttavia, ci sono segni comuni che danno qualche indicazione di bassi globuli bianchi, tra cui:

  • Anemia.
  • Febbre.
  • Mal di testa.
  • Sbalzi d’umore improvvisi.
  • Fatica.
  • Un periodo mestruale anormalmente pesante.
  • Infezioni ricorrenti.

Mentre la leucopenia non è pericolosa per la vita, il basso numero di globuli bianchi lo fa, può rendere le persone più probabilità di essere infette e allo stesso tempo più vulnerabili ai disturbi parassitari.

Anche se questo tipo di sintomi è noto, è meglio consultare un operatore sanitario in grado di diagnosticare la leucopenia.

Quale test determina i leucociti bassi?

Come accennato in precedenza, per determinare che una persona ha bassi livelli di globuli bianchi, è importante avere uno studio medico, che può essere il seguente:

  • Emocromo completo: un esame del sangue che determina il numero di globuli bianchi nel sangue.
  • Biopsia del midollo osseo: utilizzato per escludere possibili leucemie.

Quando viene eseguito un esame emocromocitometrico completo, aiuta anche a studiare più accuratamente le condizioni della persona e sapere perché si è verificato il calo dei globuli bianchi, quindi l’esame emocromocitometrico serve a:

  • Diagnosticare determinate condizioni mediche.
  • Per monitorare la progressione di una malattia.
  • Per determinare un’infezione.

Trattamento

Una volta che a una persona è stata diagnosticata una leucopenia, il trattamento sarà basato sulla causa del declino dei leucociti e sul problema sottostante.

Il medico può utilizzare alcuni steroidi per stimolare il midollo osseo o potrebbe anche prescrivere un complesso vitaminico che fornisce rame e zinco, in modo che il corpo mantenga i nutrienti necessari per produrre cellule sane.

In caso di un processo infettivo lo specialista può indicare un farmaco per eliminarli e alleviare la pressione sul sistema immunitario.

Tipi di leucociti

forse si pensa che non c’è un solo tipo di globuli bianchi, ma in realtà ci sono 5 tipi di leucociti, di cui ognuno ha una specifica funzione e può essere diviso in 2 tipi principali:

Granulociti

Sono piccoli granuli di materiale all’interno della sua membrana cellulare, che svolge un ruolo importante nella sua funzione perché le cellule possono rilasciare granuli per uccidere i batteri, funghi e altri invasori, tra di loro ci sono 3 tipi:

  • Eosinofili: Coprono i parassiti e reagiscono alle allergie, difendono il corpo dalle infezioni di altri organismi. Vivono tra 8 a 12 ore e c’è 1 a 4%.
  • Neutrofili: il loro ruolo nella fagocitosi di batteri e funghi è essenziale nel sistema immunitario innato. Il suo tempo di vita è di 8 a 12 ore e ha almeno il 2%.
  • Basofili: questi sono i principali responsabili del rilascio di una sostanza chiamata istamina. Vivono 8 ore e c’è circa lo 0,4%.

Agranulociti

Questo è diviso in 2 tipi che sono anche molto importanti per la protezione del corpo dagli agenti esterni, che sono:

  • Monociti: sono Agranulociti che rappresentano principalmente linfociti, ci sono dal 3 al 9% dei globuli bianchi.
  • Linfociti: questi contribuiscono tra il 20% e il 40% dei leucociti totali e includono le cellule B, T e NK. Questi difendono il corpo dalle infezioni, sono più comuni nel sistema linfatico che nel sangue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.