Cos’è l’acido butirrico ? 6 Vantaggi che devi sapere su

Acido butirrico - Dr. Axe

Potresti non averlo capito, ma è probabile che tu abbia consumato qualcosa chiamato acido butirrico prima, e che ci creda o no, anche il tuo corpo lo produce. È vero-l’acido butirrico, noto anche come acido butanoico o BTA, è un acido grasso saturo a catena corta che si trova nel burro, nel ghee, nel latte crudo, nei grassi animali e negli oli vegetali.

È anche formato e quindi trovato nei nostri due punti attraverso la fermentazione batterica di carboidrati come la fibra alimentare. L’acido butirrico supporta la salute e la guarigione delle cellule nell’intestino tenue e crasso. È anche la fonte favorita di carburante per le cellule che rivestono l’interno dell’intestino crasso o del colon. (1)

Il contenuto di BTA nel ghee è uno dei componenti principali che fornisce tutti quei meravigliosi benefici del ghee. Il consumo di acido butirrico in alimenti come il ghee o in forma di integratore ha dimostrato di aiutare la digestione, calmare l’infiammazione e migliorare la salute gastrointestinale generale.

Le persone che soffrono di sindrome di ciotola irritabile e malattia di Crohn hanno dimostrato di beneficiare di acido butirrico, e gli studi mostrano promessa quando si tratta di diabete e insulino-resistenza troppo. BTA è anche conosciuto come un potenziale acido grasso antitumorale, soprattutto quando si tratta di cancro del colon. (2)

Sono entusiasta di dirti di più su questo acido grasso estremamente interessante e su come può migliorare la tua salute generale — e come lo è già senza che tu lo sappia!

Che cos’è l’acido butirrico?

L’acido butirrico è un liquido incolore solubile in acqua. Scientificamente parlando, la sua struttura è di quattro acidi grassi di carbonio con la formula molecolare C4H8O2 o CH3CH2CH2COOH. L’acido butirrico ha altri nomi chimici, tra cui acido butanoico, acido n-butirrico, acido n-butanoico e acido propilformico. (3) Insieme agli acidi acetici e propionici, rappresentano circa l ‘ 83% degli acidi grassi a catena corta nel colon umano.

Da solo, BTA ha un odore sgradevole e un sapore amaro e pungente, con un retrogusto un po ‘ dolce. Si presenta come esteri nei grassi animali e negli oli vegetali. Cos’e ‘ un estere? Un estere è un composto organico che reagisce con l’acqua per produrre alcoli e acidi organici o inorganici. Gli esteri derivati da acidi carbossilici come l’acido butirrico sono il tipo più comune di esteri.

Il BTA viene generato nell’intestino crasso insieme ad altri acidi grassi a catena corta dalla fermentazione di carboidrati alimentari, in particolare prebiotici come amidi resistenti, fruttooligosaccaridi e altre fibre alimentari. (4)

I nomi “acido butirrico” e “butirrato” sono comunemente usati in modo intercambiabile anche in articoli e studi scientifici. Tecnicamente, hanno strutture leggermente diverse, ma sono ancora molto simili. Butirrato o butanoato è il nome tradizionale per la base coniugata dell’acido butirrico. In parole povere, il butirrato è quasi identico all’acido butirrico, ma ha solo un protone in meno. A giudicare da studi scientifici, sembrano essere praticamente identici nei loro benefici per la salute.

Benefici per la salute

1. Perdita di peso

Butyric ha guadagnato popolarità per la sua capacità di aiutare le persone a perdere chili indesiderati. Prove scientifiche hanno dimostrato che le persone obese (così come le persone con diabete di tipo II) hanno una diversa composizione di batteri intestinali. Si ritiene che gli acidi grassi a catena corta svolgano un ruolo positivo insieme ai probiotici nella prevenzione della sindrome metabolica, che include quasi sempre l’obesità addominale. (5)

Gli acidi grassi a catena corta come l’acido butirrico aiutano a regolare l’equilibrio tra la sintesi degli acidi grassi e la ripartizione dei grassi. In uno studio su animali del 2007, dopo cinque settimane di trattamento con BTA, i topi obesi hanno perso il 10,2% del loro peso corporeo originale e il grasso corporeo è stato ridotto del 10%. L’acido butirrico è stato anche dimostrato di migliorare la sensibilità all’insulina, che aiuta a proteggersi dall’aumento di peso. (6)

La maggior parte delle prove per collegare la supplementazione di BTA specificamente alla perdita di peso si basa sulla ricerca sugli animali finora, ma mostra effetti positivi nel trattamento dell’obesità naturalmente.

2. Potenziale trattamento del cancro del colon-retto

Diversi studi hanno dimostrato la potenziale capacità dell’acido butirrico di combattere il cancro, in particolare il cancro nel colon. In realtà ha dimostrato la capacità di” modificare l’architettura nucleare ” e indurre la morte delle cellule tumorali del colon. Questo è probabilmente un enorme motivo per cui l’aumento dell’assunzione di fibre è stato collegato con meno cancro del colon poiché l’assunzione di fibre più elevata può in genere equivalere a più acido butirrico presente nel colon. (7)

Secondo la ricerca del 2011 pubblicata sull’International Journal of Cancer, “il ruolo degli acidi grassi a catena corta, in particolare il butirrato, nella terapia del cancro del colon è stato ampiamente studiato e si ritiene che le sue funzioni soppressive del tumore siano dovute alle loro azioni intracellulari.”Questo studio di laboratorio mostra inoltre che il trattamento con butirrato ha portato ad un aumento della morte cellulare programmata delle cellule tumorali del colon. (8)

Secondo un articolo scientifico del 2014, sembra che “una dieta ricca di fibre protegge dai tumori del colon-retto in modo microbiota e butirrato – dipendente.”(9) Che cosa significa? Significa che molto probabilmente ottenere molta fibra non è ciò che respinge il cancro da solo. Sta mangiando una dieta ricca di fibra sana E avendo abbastanza buona flora intestinale E abbastanza BTA presente nel corpo che può fornire la difesa del cancro nel colon.

3. Sindrome dell’intestino irritabile (IBS) Relief

In generale, l’acido butirrico può avere un impatto molto positivo sulla salute dell’intestino, che influisce notevolmente sulla salute di tutto il corpo. Gli acidi grassi a catena corta come l’acido butirrico possono aiutare a mantenere l’intestino sano e sigillato, il che impedisce la sindrome dell’intestino che perde e tutti i tipi di problemi legati a un intestino che perde come i sintomi IBS. Questo è un tipo di disturbo digestivo che è caratterizzato da un gruppo di sintomi comuni, compresi i cambiamenti nei movimenti intestinali e dolore addominale.

Un articolo scientifico pubblicato nella Gastroenterology Review ha esaminato il potenziale dell’acido butirrico come terapia dietetica IBS sulla base di numerosi studi condotti fino ad oggi. I ricercatori concludono che ” la supplementazione di butirrato sembra essere una terapia promettente per IBS.”(10)

Alcune notevoli ricerche del 2012 incluse nell’articolo erano uno studio in doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo che ha coinvolto 66 pazienti adulti con IBS a cui è stato somministrato acido butirrico microincapsulato alla dose di 300 milligrammi al giorno o un placebo oltre a ricevere una terapia standard.

Dopo quattro settimane, i ricercatori hanno scoperto che i soggetti che assumevano l’acido butirrico avevano una diminuzione statisticamente significativa della frequenza del dolore addominale durante i movimenti intestinali. Dopo 12 settimane, i soggetti del gruppo BTA hanno sperimentato una diminuzione della frequenza di dolore addominale spontaneo, dolore addominale postprandiale, dolore addominale durante la defecazione e urgenza dopo la defecazione. (11)

4. Trattamento della malattia di Crohn

La malattia di Crohn è un tipo di malattia infiammatoria intestinale (IBD) caratterizzata da infiammazione del rivestimento del tratto gastrointestinale, dolore addominale, diarrea grave, affaticamento, perdita di peso e malnutrizione. Ancora una volta, questa è una malattia correlata a un intestino che perde. Uno studio del 2005 pubblicato sulla rivista Alimentary Pharmacology & Therapeutics era piccolo, ma ha trovato che “il butirrato orale è sicuro e ben tollerato e può essere efficace nell’indurre il miglioramento clinico/la remissione nella malattia di Crohn.”(12)

Un altro studio del 2013 ha dimostrato che l’acido butirrico può ridurre il dolore durante i movimenti intestinali e l’infiammazione nell’intestino, entrambi estremamente utili per il morbo di Crohn e altre malattie infiammatorie intestinali. (13)

Gli acidi grassi a catena corta come il BTA svolgono veramente un ruolo cruciale nel mantenimento dell’integrità della barriera intestinale, che può aiutare a scongiurare un intestino che perde ed evitare un IBDS come quello di Crohn.

5. Combatte la resistenza all’insulina

Uno studio del 2009 pubblicato dalla American Diabetes Foundation ha esaminato l’effetto dell’acido butirrico sulla regolazione della sensibilità all’insulina nei topi che consumano una dieta ricca di grassi. Lo studio ha concluso che ” l’integrazione dietetica di butirrato può prevenire e trattare l’insulino-resistenza indotta dalla dieta nel topo.”I ricercatori hanno anche scoperto che i topi trattati con butirrato non avevano alcun aumento del grasso corporeo e il supplemento di butirrato sembrava effettivamente prevenire l’obesità. (14)

I ricercatori concordano sul fatto che ulteriori studi devono essere condotti per esplorare ulteriormente come il butirrato influenza i livelli di insulina negli esseri umani, ma sembra promettente finora, che potrebbe avere effetti profondi sul trattamento del diabete.

6. Effetti antinfiammatori generali

Gli studi hanno dimostrato gli ampi poteri antinfiammatori dell’acido butirrico. Si ritiene che non solo il BTA possa aiutare le condizioni infiammatorie, ma potrebbe anche avere un’utile capacità di gestire le risposte immunitarie. (15)

Come abbiamo detto prima, l’infiammazione è la radice della maggior parte delle malattie, motivo per cui avere più acido butirrico nel corpo potrebbe probabilmente avvantaggiare molte persone con vari problemi di salute con radici infiammatorie.

Cosa devi sapere sull'acido butirrico - Dr. Axe

Come usare

Un aumento dell’assunzione di alimenti altamente trasformati, a basso contenuto di fibre e ad alto contenuto di zuccheri ha dimostrato di ridurre i livelli di produzione di butirrato nell’intestino crasso. Integrare con acido butirrico potrebbe essere una buona idea se non si riesce a ottenere abbastanza di esso dalla vostra dieta.

Un integratore di acido butirrico è in genere disponibile nei negozi di salute o online. Si trova più comunemente in forma di capsule o compresse. Le raccomandazioni sul dosaggio variano in base al prodotto. Alcuni raccomandano da una a sei capsule / compresse dopo i pasti, mentre altri suggeriscono di assumere una capsula tre volte al giorno con i pasti, poche ore prima o dopo l’assunzione di altri farmaci. È meglio leggere attentamente le etichette dei prodotti e consultare il medico se non si è sicuri.

Se preferisci ottenere il tuo acido butirrico dagli alimenti, allora le seguenti sono buone scelte: burro, ghee, latte crudo e parmigiano. Quando si cerca un burro di alta qualità, crudo e coltivato è il migliore. Questo potrebbe essere difficile da trovare, tuttavia. Il burro biologico delle mucche nutrite con erba è la tua prossima opzione migliore. Alcuni kombucha fatti correttamente (una bevanda di tè fermentata) possono anche contenere acido butirrico.

Per aumentare naturalmente la produzione di acido butirrico nel tuo corpo, puoi aumentare l’assunzione di prebiotici sani come i topinambur crudi, i verdi di tarassaco crudi, la jicama cruda e le banane poco mature.

La ricerca scientifica ha scoperto che i livelli di butirrato fecale possono variare notevolmente tra gli individui, ma mangiare una dieta ad alto contenuto di amidi di resistenza (come una banana poco matura) aumenta tipicamente i livelli di acido butirrico e può aiutare a mantenere la salute del colon-retto. (16)

Related: Gymnema Sylvestre: Un’erba ayurvedica che aiuta a combattere il diabete, l’obesità& More

Acido butirrico Curiosità

L’acido butirrico prende il nome dalla parola greca βούτῡρον, che significa burro. L’acido butirrico costituisce circa il 3 per cento al 4 per cento del burro. Hai mai sentito odore di burro rancido? Questo odore sgradevole è il risultato della rottura chimica del gliceride BTA. Mentre sul tema degli odori grossolani, l’acido butirrico è in realtà responsabile del profumo distintivo del vomito umano.

Durante la sua vita estremamente lunga (102 anni più), un chimico organico francese di nome Michel Eugène Chevreul si dice che abbia osservato per la prima volta l’acido butirrico nella sua forma impura nel 1814. Fu dall’acidificazione dei saponi grassi animali che fu in grado di identificare l’acido butirrico insieme a molti altri acidi grassi per la prima volta, tra cui l’acido oleico, l’acido caprico (si trova naturalmente nell’olio di cocco) e l’acido valerico. (17)

Rischi ed effetti collaterali

E ‘ difficile trovare eventuali effetti collaterali negativi documentati di integratori di acido butirrico. Se si prende un acido butirrico e si verificano effetti collaterali negativi, potrebbe essere necessario ridurre il dosaggio. Naturalmente, se si hanno effetti collaterali gravi, è necessario interrompere l’uso e consultare immediatamente un medico.

Se sei incinta o stai allattando, parla con il tuo medico prima di prendere un integratore di acido butirrico. Parlate anche con il vostro medico se avete delle condizioni mediche in corso o se già prendete altri farmaci prima di prendere un integratore BTA.

Considerazioni finali

Per aumentare la produzione di acido butirrico nel vostro corpo naturalmente, concentrarsi su come ottenere più alimenti che contengono acido butirrico come ghee e burro di alta qualità su base regolare. Aumenta anche l’assunzione giornaliera di alimenti ricchi di fibre come verdure, frutta, legumi e cereali integrali.

Se puoi aumentare l’assunzione di questi prebiotici, puoi aiutare ad aumentare i probiotici e gli acidi grassi a catena corta nel tuo corpo. Questo è un modo sano e semplice per aumentare i livelli di acido butirrico, per non parlare della salute generale.

Avere il giusto equilibrio tra tutti i prebiotici, i probiotici e gli acidi grassi a catena corta sembra non solo migliorare i problemi gastrointestinali minori e cronici, ma molti studi dimostrano come l’acido butirrico possa avere un serio potere anticancro, in particolare il cancro del colon.

Che dire di un supplemento? Un integratore di acido butirrico potrebbe essere utile, soprattutto se si soffre di una malattia infiammatoria intestinale o si sta cercando di prevenire il cancro del colon. Quando si tratta di perdita di peso, la maggior parte delle prove che collegano l’acido butirrico alla perdita di peso si basa su studi su animali e in provetta. Un integratore di acido butirrico non dovrebbe assolutamente essere pensato come un supplemento di perdita di peso magico, ma potrebbe essere utile insieme a uno stile di vita sano generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.