Come suona la musica per un utente di impianto cocleare?

Obiettivo: La ricerca e lo sviluppo del prodotto sugli impianti cocleare negli ultimi 40 anni sono stati fortemente focalizzati sulla comprensione del parlato con poca enfasi sull’ascolto e il divertimento della musica. La relativamente poca comprensione di come la musica suona in un utente impianto cocleare si trova in netto contrasto con il grado generale di importanza dei luoghi pubblici sulla musica e la qualità della vita. Lo scopo di questo articolo è quello di descrivere ciò che la musica suona come agli utenti di impianti cocleare, utilizzando una combinazione di studi di ricerca esistenti e descrizioni ascoltatore. Abbiamo esaminato la letteratura pubblicata sulla percezione della musica negli utenti di impianti cocleari, in particolare gli utenti di impianti cocleari postlingui, con un’enfasi sugli elementi primari della musica e della musica registrata. Inoltre, abbiamo somministrato un sondaggio informale agli utenti di impianti cocleare per raccogliere descrizioni di prima mano dell’esperienza di ascolto della musica e della soddisfazione della popolazione di impianti cocleare.

Conclusione: Le limitazioni nella tecnologia dell’impianto cocleare portano a un’esperienza di ascolto musicale significativamente distorta rispetto a quella degli ascoltatori normali. Sulla base di molti studi e fonti, descriviamo come la musica sia spesso percepita come stonata, dissonante, indistinta, senza emozioni e debole nelle basse frequenze, specialmente per gli utenti di impianti cocleare postlingui-il che può in parte spiegare perché i livelli di godimento e partecipazione musicale sono più bassi dopo l’impianto. Inoltre, gli utenti dell’impianto cocleare segnalano difficoltà in contesti musicali specifici in base a fattori tra cui, ma non limitati al genere, presenza di testi, timbri (fiati, ottoni, famiglie di strumenti) e complessità della musica percepita. La ricerca futura e lo sviluppo dell’impianto cocleare dovrebbero mirare a queste aree come parametri per il miglioramento della percezione musicale mediata dall’impianto cocleare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.