Come funziona Google Earth?

Google Earth è un programma di geomapping e tagging unico che utilizza immagini composite per formare una mappa interattiva completa della Terra. Cucendo insieme più di un miliardo di immagini satellitari e aeree, l’applicazione fornisce uno strumento versatile che consente a individui e gruppi di monitorare i cambiamenti climatici, scoprire caratteristiche geografiche ed ecologiche sconosciute e registrare la nostra storia.

Questo strumento di cartografia digitale continua ad essere una risorsa utile per i governi, le organizzazioni private e gli individui che vogliono monitorare e taggare i dati geografici per miriade di fini. Raccogliendo e curando enormi quantità di dati, Google ha permesso agli ambientalisti di osservare i mutevoli modelli di flora e fauna su scala globale, ai governi di osservare la crescita delle città in tutto il mondo e agli individui di raccontare le loro storie personali in un modo unico.

Chi fa Google Earth?

La tecnologia di base per Google Earth è stato originariamente sviluppato da Intrinsic Graphics, una società di gioco che ha costruito database visivi. Nel 2004, Google ha acquistato Keyhole Inc., uno spin-off di Intrinsic, che alla fine divenne Niantic, la filiale di Google responsabile di ” Pokemon Go.”

Lanciato nel 2005, Google Earth è stato il primo ampiamente disponibile, mappa interattiva composito del nostro mondo. Nel 2015, il team di sviluppo ha iniziato a pianificare una versione rinnovata incentrata sull’accessibilità e sulla disponibilità. Presentato in 2017, la nuova app è ora disponibile tramite il browser Chrome di Google e scaricando la loro app standalone. Google Earth dispone di ricostruzioni 3D, strumenti di annotazione e immagini satellitari fornite dalla NASA che risalgono fino al 1984, consentendo agli utenti di viaggiare virtualmente indietro nel tempo. Man mano che nuove immagini diventano disponibili tramite immagini satellitari e aeree, la mappa viene costantemente aggiornata per riflettere il nostro mondo in continua evoluzione.

Le immagini e i dati utilizzati da Google Earth vengono raccolti attraverso partnership con NASA, National Geographic e altri, rendendolo piuttosto uno sforzo collettivo. Secondo Gopal Shah, product manager di Google Earth, il team di sviluppo è composto da quattro a cinque progettisti di esperienza utente e da circa 30 ingegneri che si concentrano principalmente sul miglioramento della capacità dell’app di inviare dati. “Anche se sei un bambino in India rurale su una rete 2G, vogliamo che tu sia in grado di accedere a Google Earth in modo significativo”, ha detto Shah a Live Science.

Come vengono realizzate le immagini?

Google Earth cuce digitalmente insieme miliardi di immagini scattate da satellite e fotografia aerea, utilizzando i pixel di altissima qualità da ogni fotografia per creare la visione più chiara di qualsiasi parte della Terra.

“Quando apri Google Earth per la prima volta, quell’immagine è composta da trilioni di pixel delle foto satellitari della NASA”, ha detto Shah. “Quando vedi quell’immagine, ti mostra la primavera in ogni area del pianeta. Noi la chiamiamo ‘ Bella Terra.'”

Anche molte aree sono state renderizzate in 3D, create da migliaia di foto aeree dello stesso luogo da diverse angolazioni. Per raccogliere queste immagini, un aereo vola in testa in uno schema stretto,” come falciare un prato nel cielo”, ha detto Shah. Un algoritmo complesso modella quindi il paesaggio e crea una vista 3D con cui gli utenti possono interagire.

Google Earth patch insieme numerose immagini satellitari per creare la sua mappa interattiva del mondo. (Credito immagine: )

Come viene utilizzato Google Earth

Per la maggior parte delle persone, Google Earth è un nuovo modo di esplorare città e paesaggi dall’alto, che ci permette di visualizzare il nostro mondo all’interno del contesto più grande di se stesso.Come viene utilizzato Google Earth

“Probabilmente circa il 99% degli utenti per la prima volta visita prima il loro quartiere”, ha detto Shah. Utilizzando le immagini satellitari della NASA, puoi visualizzare un timelapse dei cambiamenti e della crescita nel tuo angolo di mondo negli ultimi 30 anni.

Saroo Brierley, un orfano indiano cresciuto in Australia, è stato in grado di riconnettersi con la sua famiglia natale dopo essere stato separato per 25 anni, seguendo i marcatori geografici su Google Earth. Ha dettagliato queste esperienze nel suo libro ” A Long Way Home “(Viking Australia, 2013), che è stato adattato nel lungometraggio” Lion ” nel 2016. Nuove funzionalità hanno fornito gruppi di conservazione e ricercatori con gli strumenti per tenere traccia del nostro mondo che cambia. “Una delle nostre nuove funzionalità—Earth Engine—ha permesso ai ricercatori di visualizzare i modelli globali di deforestazione, mappare i cambiamenti delle vie navigabili e scoprire aree ancora sconosciute in tutto il mondo”, ha detto Shah.

Le organizzazioni di notizie fanno anche ampio uso di Google Earth tramite la funzione Earth Studio, che consente alle persone di esportare video. “Ogni volta che vedi una grande rete di notizie che ingrandisce e esce da una regione per mostrare il contesto, questo è Earth Studio”, ha detto Shah. Permettere alle persone di comprendere meglio gli eventi attuali in un contesto geospaziale migliora la nostra capacità di riconoscere i problemi dei nostri giorni in un modo più olistico.

“Uno dei risultati più diretti e positivi che abbiamo visto è dall’Indonesia”, ha detto Shah. “Un gruppo di conservazione è stato in grado di visualizzare le aree pescate illegalmente e sovrasfruttate al largo della costa indonesiana, e il governo ha intensificato l’applicazione e implementato la politica per mantenere una costa sana.”Un altro gruppo di conservazione ha anche scoperto una” foresta pluviale inesplorata e incontaminata in cima a un altopiano in Mozambico”, ha detto Shah. “Sono stati in grado di adottare misure per garantire che la posizione di questa foresta rimanga nascosta e che la sua integrità rimanga preservata.”Shah ha anche descritto una nuova funzionalità che rende la modellazione dei cambiamenti climatici accessibile a chiunque. “Se vuoi vedere come cambiano le coste e le caratteristiche geografiche quando le temperature globali aumentano, puoi farlo.”

Il futuro di Google Earth

Gli strumenti educativi sono una delle più grandi aree di interesse per il team di Google Earth in questo momento. La nuova funzione Voyager (da non confondere con la sonda NASA), consente di visualizzare annotazioni, storie e video geotaggati all’interno di Google Earth, dando un contesto geografico e culturale alle storie delle persone. “Voyager può essere meglio descritto come una rivista per Google Earth”, ha detto Shah.

Google ha collaborato con “Sesame Street”, “Carmen Sandiego” e National Geographic per sviluppare giochi interattivi, tour e storie per aiutare le persone a ottenere una migliore prospettiva del nostro mondo.

“Ogni regione del mondo ha i suoi personaggi unici ‘Sesame Street'”, ha spiegato Shah. Ora, i bambini possono essere portati in tour culturali guidati di diverse regioni in tutto il mondo, guidati dalla speciale guida “Sesame Street” di quel luogo.”Inoltre, le persone hanno usato Voyager per raccontare le proprie storie. Annotando le aree in cui hanno avuto luogo i propri eventi di vita, gli individui sono in grado di registrare le loro storie personali, di condividere con gli altri e conservare per i posteri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.