Codifica a colori, autocertificazione e altro ancora

Jim Dollard ha un ampio background in codici e standard. Se hai una domanda sul National Electrical Code (NEC), Jim ti aiuterà a risolverlo. Le domande possono essere inviate a [email protected] Le risposte sono basate sul NEC 2014.

Branch-circuit marcature

Alcune giurisdizioni locali nella nostra zona hanno richiesto tipo AC/MC cavo per essere contrassegnato esternamente con un codice colore per identificare come ad alta tensione 480/277-volt (V) o bassa tensione 240/120 V. Ho visto l’identificazione a livello di settore del cavo CA di allarme antincendio (identificato esternamente “rosso”) ma non i circuiti di diramazione. Questo viene affrontato attualmente o diventerà un requisito? Se usiamo cavo contrassegnato esternamente con un codice colore, siamo autorizzati a ri-identificare i conduttori se necessario per rispettare 210.5 (C) (1)?

Il NEC non richiede la marcatura di identificazione all’esterno degli assemblaggi di cavi o delle piste per identificare il colore o la tensione del conduttore all’interno. Non sono a conoscenza di alcuna azione per richiedere tali marcature. Se il NEC dovesse percorrere questa strada, sarebbe necessario includere tutti gli assemblaggi di cavi e le piste.

I produttori di assemblaggi cavi rivestiti in metallo offrono molte varianti per soddisfare le esigenze di installazione individuali. Un’opzione è contrassegnare il rivestimento esterno con colori per identificare i colori dei conduttori nel cavo e nelle tensioni. Mentre il NEC non contiene un codice di colore richiesto per la marcatura di tensione, lo standard del settore è 208/120V (A) nero, (B) rosso, (C) blu e messa a terra/bianco neutro; 480/277V (A) marrone, (B) arancione, (C) giallo e messa a terra / grigio neutro. I produttori possono contrassegnare il rivestimento esterno dell’assemblaggio cavi per identificare i colori dei conduttori all’interno del cavo in base al numero di conduttori nel cavo. Ad esempio, un circuito di derivazione multifilo a quattro fili può essere contrassegnato con tutti i colori associati mentre un circuito di derivazione a due fili può essere contrassegnato come blu e bianco per 120V o giallo e grigio per 277V.

La sezione 210.5(C)(1) richiede che i circuiti di derivazione multifilo siano contrassegnati ai punti di terminazione, connessione e giunzione. L’intenzione è quella di identificare la tensione dove c’è più di un sistema di tensione nominale nell’edificio, come ad esempio avere entrambi i sistemi 208/120V e 480/277V. L’utilizzo di cavi assemblati con codice colore aiuta l’installatore a rispettare la norma 210.5(C)(1) poiché i conduttori all’interno sono facilmente identificabili per colore. Tuttavia, la codifica a colori all’esterno di un metodo di cablaggio non è un requisito NEC. Il Codice consente l’uso di nastro di marcatura su conduttori a terminazioni, connessioni e punti di giunzione .

Alcuni produttori identificano i livelli di tensione con la codifica a colori nella loro letteratura. Ciò ha portato a confusione in cui un ispettore può rifiutare la ri-identificazione di un gruppo di cavi con codice colore e basare il rifiuto sulla Sezione 110.3(B). Capisco il ragionamento dell’ispettore e, a mio parere, il NEC deve affrontare questo problema. Tuttavia, dobbiamo comprendere appieno che 110.3 (B) richiede l’installazione in conformità con il prodotto ” elenco ed etichettatura.”Ad esempio, il libro bianco UL identifica il tipo MC come” PJAZ” e non ci sono limitazioni o divieti nell’elenco per la ri-identificazione del conduttore. Inoltre, non ho mai visto il cavo di tipo MC etichettato con un divieto di ri-identificazione del conduttore. I requisiti locali menzionati nella tua domanda possono avere la precedenza sul NEC e vietare la ri-identificazione.

Recipienti scolastici

Nelle scuole K-8 sono necessari recipienti resistenti alle manomissioni (TR)?

No. Requisiti TR ricettacolo nel 2014 NEC sono limitati alle unità abitative, camere/suite in hotel/motel, e strutture per l’infanzia. Ci sono cambiamenti in arrivo per il NEC 2017 (se lo fanno attraverso il processo NFPA) per aggiungere scuole materne; scuole elementari; aree in strutture mediche, dentistiche e ambulatoriali; e alcune occupazioni di assemblaggio.

L’autocertificazione è accettabile?

Sono consapevole che il NEC richiede apparecchi di illuminazione per essere elencati. Facciamo il lavoro di vendita al dettaglio che comprende ristoranti e negozi specializzati dove è comune per il proprietario di fornire alcuni o tutti gli apparecchi di illuminazione. Per questo motivo, dichiariamo chiaramente nel nostro contratto che tutti gli apparecchi di illuminazione forniti dal proprietario devono essere elencati, o non li installeremo. Un proprietario ci ha recentemente fornito la documentazione del produttore per apparecchi a sospensione personalizzati, 120V, e la letteratura afferma che gli apparecchi “soddisfano lo standard UL applicabile per gli apparecchi.”È accettabile? L’ispettore dovrebbe riconoscere la documentazione del produttore come conforme al requisito di quotazione?

Una dichiarazione del produttore su una scatola / scatola, istruzioni o qualsiasi tipo di documentazione che soddisfi uno standard applicabile non significa che il prodotto sia elencato. Un prodotto sarà riconosciuto come “elencato” solo se reca il marchio dell’agenzia di quotazione e qualsiasi altro marchio richiesto dallo standard di prodotto applicabile. Qualora il NEC richieda l’inserimento nell’elenco delle apparecchiature, l’autocertificazione del produttore o del proprietario al posto dell’elenco dei prodotti di terze parti non è conforme ai requisiti NEC applicabili. È buona norma informare i proprietari che forniscono le proprie apparecchiature che verranno installati solo gli apparecchi elencati e che l’autodichiarazione del produttore o del proprietario non equivale all’elenco.

Terminazioni del conduttore con messa a terra

Perché il NEC non consente più di un conduttore neutro sotto una singola vite su una morsettiera che consente chiaramente di terminare più di un conduttore sotto una singola vite?

Il requisito a cui ci si riferisce si applica solo ai pannelli. La sezione 408.41 si trova nella “Parte III Panelboards” dell’articolo 408 e la regola generale vieta chiaramente di terminare un conduttore a terra in un singolo terminale utilizzato per un altro conduttore. Ciò include i conduttori di messa a terra delle apparecchiature che possono essere terminati sulla stessa morsettiera nelle apparecchiature di servizio. Questo requisito dell’installazione assicura che, dove c’è una necessità di fare il lavoro eccitato giustificato e un conduttore messo a terra/neutro è rimosso, è l’unico conduttore sotto quella vite.

Ad esempio, se due circuiti di derivazione hanno conduttori neutri terminati sotto la stessa vite e uno deve essere rimosso, entrambi i circuiti devono essere diseccitati o si verificheranno gravi pericoli quando viene rimosso il conduttore di messa a terra/neutro di un circuito eccitato. L’apparecchiatura può anche essere danneggiata quando il conduttore di messa a terra/neutro di un circuito di derivazione multiwire viene rimosso mentre il circuito di derivazione è eccitato.

Elenco e incollaggio dei passacavi

L’ingegnere progettista di un nuovo progetto richiede che il passacavi per un sistema di comunicazione sia elencato e incollato. Capisco che il sistema di passacavi deve essere incollato. L’ingegnere afferma che tutte le piste contenenti circuiti di comunicazione devono essere elencate. Questo non è un problema perché il sistema di passacavi che stiamo installando è elencato. È necessario elencare un’installazione di passacavi che contenga solo circuiti di comunicazione? Come dimensioneremmo i ponticelli di legame dove ci sono separazioni nel vano cavi per i circuiti di comunicazione?

Negli articoli 392 e 800, o in altre parti del NEC, non vi sono requisiti che richiedano l’elenco dei passacavi. La sezione 800.182 richiede che le piste di comunicazione e gli assemblaggi di instradamento dei cavi siano elencati, non il vano cavi.

Un malinteso comune in tutto il settore è che il passacavi è una pista. È invece un sistema di supporto per canalizzazioni, conduttori, assemblaggi cavi e cavi. La sezione 392.60 (A) richiede che il vano cavi metallico contenente solo conduttori non elettrici sia elettricamente continuo attraverso connessioni approvate o l’uso di un ponticello di legame. In questa applicazione, il vano cavi non viene utilizzato come conduttore di messa a terra dell’apparecchiatura. L’unico requisito è che il vassoio sia elettricamente continuo. Il NEC non ha requisiti prescrittivi per il dimensionamento dei ponticelli di incollaggio per passacavi contenenti solo conduttori non elettrici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.