Centro cerebrovascolare

Il sangue acquisisce ossigeno nei polmoni e viaggia attraverso le arterie ai tessuti del corpo dove deposita l’ossigeno, quindi ritorna al cuore attraverso le vene. Il sangue si sposta dalle arterie ai capillari alle vene. Quando si ha una malformazione artero-venosa (AVM), l’arteria si collega direttamente alla vena senza passare attraverso i capillari, “cortocircuitando” il normale flusso sanguigno.

Il sangue arterioso è ad alta pressione mentre le vene sono fatte per bassa pressione. Quando l’arteria si collega in modo anomalo alla vena, come in un AVM, può esserci sanguinamento nella posizione della connessione anormale che causa mal di testa, convulsioni, perdita di memoria, debolezza e altri episodi neurologici contrassegnati da sintomi simili a ictus. Nei bambini piccoli, un AVM può persino causare insufficienza cardiaca. Malformazioni artero-venose possono verificarsi in qualsiasi parte del corpo, ma si verificano più spesso nel cervello, testa o collo. Il sanguinamento AVM può verificarsi a qualsiasi età, ma appare più spesso tra i bambini e i giovani adulti.

Le malformazioni artero-venose semplici possono avere una fistola artero-venosa o una connessione anomala di cortocircuito. Nelle malformazioni più complesse, questa rete di connessioni anormali rappresenta il ” nidus.”L’espressione più grave di tutte le malformazioni artero-venose è chiamata una vena di malformazione di Galeno.

Le persone con malformazioni artero-venose nella testa, nel viso o nel collo possono sperimentare scolorimento della pelle rossa, alte temperature, sensazione elettrica o pulsazione a causa dell’aumento del flusso sanguigno. Si può anche avere sanguinamento che può essere grave.

Opzioni di trattamento

Ci sono molte opzioni per il trattamento AVM. Per questo motivo, è importante essere valutati da un team cerebrovascolare multidisciplinare in grado di eseguire tutti questi possibili trattamenti per una MAV. Al Monte Sinai, adottiamo un approccio multidisciplinare al trattamento AVM. Le opzioni di trattamento includono osservazione, microchirurgia, embolizzazione endovascolare, radiochirurgia stereotassica o una combinazione di questi.

  • Embolizzazione, è il trattamento più comune per AVMs e consiste nell’iniettare una sostanza all’interno delle arterie anormali per bloccarle e diminuire il flusso sanguigno verso l’AVM. Il nostro chirurgo seleziona abilmente le arterie AVM utilizzando una varietà di tecniche per confermare che l’arteria non fornisce il cervello normale prima di bloccarlo. Usiamo una varietà di agenti embolici per fare questo a seconda della situazione individuale. Bilanciamo attentamente il rischio di sanguinamento e ictus contro il rischio di trattamento per fornire la migliore cura possibile.

Usiamo spesso agenti embolici liquidi per trattare AVM. Se hai una MAV cerebrale che non possiamo curare a causa delle sue dimensioni o posizione, possiamo eseguire palliativi per migliorare la qualità della tua vita. A volte, seguiamo l’embolizzazione con resezione chirurgica o radioterapia.

  • Microchirurgia è un termine per la resezione chirurgica di un AVM. Questa è un’opzione di trattamento comune per AVMs che sono chirurgicamente accessibili e spesso fornisce una cura completa. Il nostro team determinerà se il tuo AVM è accessibile chirurgicamente o se richiede anche embolizzazione endovascolare o radiochirurgia stereotassica per il trattamento. Spesso, eseguiamo la microchirurgia poco dopo l’embolizzazione endovascolare. L’embolizzazione diminuisce il flusso sanguigno all’AVM il più possibile e l’intervento chirurgico completa il trattamento rimuovendo completamente l’AVM. Potremmo eseguire un angiogramma subito dopo l’intervento per confermare che siamo stati in grado di rimuovere l’intero AVM.
  • La radiochirurgia stereotassica è un metodo non invasivo per trattare un AVM utilizzando radiazioni mirate nel reparto di oncologia da radiazioni. Posizioniamo una cornice stereotassica su di te usando lidocaina. La musicoterapia rende il processo il più confortevole e indolore possibile. Una volta che il telaio della testa è a posto, si subisce una tomografia computerizzata (CT) scansione della testa. Il trattamento indolore è molto simile a una TAC e spesso dura circa 30 minuti. In genere è possibile tornare a casa dopo la procedura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.