2 Samuele Capitolo 11

“In tutta la letteratura dell’Antico Testamento non c’è capitolo più tragico o pieno di avvertimento solenne e di ricerca di questo.”(G. Campbell Morgan)

A. David’s adultery.

1. (1) Davide rimane a casa dalla guerra contro gli Ammoniti.

Nella primavera dell’anno, quando i re uscirono in battaglia, Davide mandò con sé Ioab, i suoi servi e tutto Israele; essi distrussero il popolo di Ammon e assediarono Rabba. Ma Davide rimase a Gerusalemme.

a. Nella primavera dell’anno, nel momento in cui i re vanno a combattere: In quella parte del mondo, le guerre non erano normalmente combattute durante i mesi invernali perché le piogge e il freddo rendevano difficili i viaggi e le campagne. I combattimenti ripresero in primavera.

b. Davide mandò Ioab But Ma Davide rimase a Gerusalemme: Davide avrebbe dovuto essere fuori alla battaglia, ma rimase indietro. In 2 Samuele 10 Ioab e l’esercito dei prodi furono preservati contro gli Aramei e gli Ammoniti, ma non ottennero una vittoria decisiva. La vittoria decisiva arrivò quando Davide guidò la battaglia alla fine di 2 Samuele 10. Sia per abitudine che per esperienza Dio disse a Davide: “Devi essere in battaglia.”Ma Davide rimase a Gerusalemme.

i. Il principio di Galati 5:16 anelli vero: Camminare nello Spirito, e non si deve soddisfare la concupiscenza della carne. Se Davide avesse la sua attenzione dove Dio l’ha voluta, non l’avrebbe mai messa dove Dio non l’ha voluta. “Mentre Ioab è impegnato a assediare Rabba, Satana è a Davide, e molto prima ha prevalso.”(Trapp)

ii. Nondimeno, è sbagliato pensare che questo abbia dato inizio alla catena di eventi che Davide seguì fino all’adulterio e all’omicidio. Davide mostrò il suo disprezzo per il piano di Dio per il matrimonio molti anni prima quando prese più di una moglie (1 Samuele 25:42-43, 2 Samuele 3:2-5). La pratica di Davide di aggiungere mogli mostrava una mancanza di moderazione romantica e un’indulgenza delle sue passioni. Questo seme corrotto, seminato molto tempo fa, cresceva incontrollato abbastanza a lungo e avrebbe dato frutti amari.

iii. ” Mentre penso a quello che è successo, di questo sono sicuro, che non è successo tutto in una volta. Questa questione di Betsabea era semplicemente il culmine di qualcosa che aveva avuto luogo nella sua vita per vent’anni.”(Redpath)

iv. Pertanto, stare a casa dalla battaglia forniva semplicemente l’opportunità per la mancanza di lunga data di moderazione romantica e indulgenza della passione per mostrarsi.

2. (2) David incontra la tentazione.

Poi accadde una sera che Davide si alzò dal suo letto e camminò sul tetto della casa del re. E dal tetto vide una donna che faceva il bagno, e la donna era molto bella da vedere.

a. David si alzò dal suo letto e camminò sul tetto: La forma verbo ebraico di camminato suggerisce che David camminato avanti e indietro sul tetto. Non riusciva a dormire ed era a disagio-a disagio perché non era dove Dio voleva che fosse.

b. Vide una donna che faceva il bagno: non c’è dubbio che questa donna (in seguito chiamata con il nome Betsabea) agisse in modo immodesto. Anche se era sera e apparentemente il momento in cui la maggior parte delle persone dormivano, certamente sapeva che il suo bagno era visibile dal tetto del palazzo. Qualsiasi immodestia da parte di Betsabea non giustificava il peccato di Davide, ma era comunque responsabile del suo torto.

i. Non dobbiamo mai essere occasione di peccato negli altri, nemmeno nel modo in cui ci vestiamo. La parola di Paolo in 1 Timoteo 2:9 è rilevante qui: le donne dovrebbero adornarsi in abiti modesti, con decoro e moderazione.

c. Vide una donna che faceva il bagno: il peccato di Davide non era nel vedere Betsabea. Era improbabile che si aspettasse o avesse pianificato di vederla. Il peccato di Davide fu la scelta di tenere gli occhi su un’immagine seducente dopo che la vista venne davanti ai suoi occhi.

i. I cristiani, specialmente gli uomini, devono imparare a non lasciare mai che i loro occhi (o la loro mente) si posino su immagini seducenti, tranne che per ciò che “appartiene” a loro nel matrimonio. I nostri occhi devono “rimbalzare” le immagini seducenti che vengono in vista.

ii. Le molte mogli di David non soddisfacevano la sua lussuria. Questo perché non puoi soddisfare le concupiscenze della carne, perché sono principalmente affermazioni ribelli di sé. Non era tanto che Davide voleva Betsabea; era che non si sarebbe soddisfatto di ciò che Dio gli aveva dato.

iii. Il principio sarebbe stato illustrato in modo esagerato nella vita di Salomone, figlio di Davide. Salomone aveva 700 mogli e 300 concubine. Davide e Salomone ci mostrano che se una donna non basta, 1000 donne non bastano.

d. La donna era molto bella da vedere: la grande bellezza di Betsabea rendeva la vista allettante. Ma la vera forza della tentazione spesso non sta nella qualità dell’oggetto tentatore, ma nello stato di cuore e di mente di colui che è tentato. Davide fu accuratamente “preparato” a inciampare proprio a questo punto. Ciò nonostante, questa tentazione non era troppo forte per Davide, per quanto fosse bella Betsabea.

i. Per esempio, Giuseppe fu più severamente tentato di commettere immoralità sessuale di Davide, ma fuggì da quella tentazione.

ii. Davide guardò Betsabea e disse “bellezza”, ma Dio lo vide brutto. I piaceri del peccato ci ingannano come l’esca nasconde l’amo. Dobbiamo chiamarlo come Dio lo chiama-peccato. Vogliamo dire “affare” ma Dio dice ” adulterio.”Vogliamo dire” amore “ma Dio dice” lussuria.”Vogliamo dire” sexy “ma Dio dice” peccato.”Vogliamo dire” romantico “ma Dio dice” rovina.”Vogliamo dire” destino “ma Dio dice” distruzione.”

3. (3) Davide persegue la tentazione.

Così David mandò e chiese della donna. E qualcuno disse: “Non è costui Betsabea, figlia di Eliam, moglie di Uria l’Hitteo?”

a. Così David mandò e chiese: David avrebbe potuto porre fine alla tentazione lasciando la scena in quel momento, anche dopo aver intrattenuto la tentazione per un po’. Invece, Davide si mise in una situazione più allettante.

b. Non è questa Betsabea, la figlia di Eliam: Da questo, David apprese che la donna proveniva da una famiglia notevole. Veniva dalle classi superiori. Suo padre era Eliam, uno dei Potenti Uomini di Davide (2 Samuele 23:34). Suo nonno era Ahitofel, uno dei principali consiglieri di Davide (2 Samuele 23:34, 2 Samuele 15:12).

c. La moglie di Uria l’Ittita: Da ciò, Davide apprese che Betsabea era sposata e moglie di un altro dei Potenti Uomini di Davide (2 Samuele 23:8, 39). Apprese anche che il marito di questa donna era via, perché i Prodi erano via in battaglia contro gli Ammoniti. Questa conoscenza ha reso la situazione molto più allettante. David cominciò a pensare: “Potrei farla franca.”

i. Davide commise adulterio nel suo cuore sul tetto. Ora sa che ha l’opportunità di commettere adulterio nella pratica. L’adulterio nel cuore e nella mente è cattivo; l’adulterio in pratica è molto peggio.

ii. David avrebbe dovuto ricevere la notizia dell’identità della donna come avvertimento. Apprese che questa donna era imparentata con uomini vicini a Davide. Prendendo Betsabea, Davide peccò contro Uria, Eliam e Acitofel: ognuno era vicino e importante a Davide.

4. (4) Davide abbraccia la tentazione.

Allora Davide mandò dei messaggeri e la prese; ed ella venne da lui, ed egli giacque con lei, perché era purificata dalla sua impurità; ed ella tornò a casa sua.

a. Allora Davide mandò messaggeri e la prese: in questo l’uomo, secondo il cuore di Dio, andò contro il suo stesso cuore, seguendo un impulso lussurioso. Davide ignorò ogni avvertimento e ogni via di fuga che Dio gli aveva posto davanti.

i. “Nell’espressione che la prese, ed ella venne a lui non c’è alcuna intimazione che Davide abbia portato Betsabea nel suo palazzo con l’arte o la violenza, ma piuttosto che sia venuta a sua richiesta senza alcuna esitazione, e non abbia opposto resistenza ai suoi desideri. Di conseguenza Betsabea non è da considerarsi esente da colpe.”(Keil e Delitzsch)

ii. ” Non sentiamo nulla della sua riluttanza, e non ci sono prove che sia stata presa con la forza.”(Clarke)

b. Giaceva con lei: David sapeva che questo era sbagliato, eppure lo ha fatto. È difficile spiegare il pensiero di David qui perché non stava pensando. Ha agito sul sentimento e sull’impulso invece di pensare.

i. Se David pensasse a tutto questo, vedrebbe che il costo era molto più grande di quanto volesse considerare in quel momento. Se David sapesse solo che questa illecita ricerca del piacere provocherebbe direttamente o indirettamente:

· Una gravidanza indesiderata.

* L’omicidio di un amico fidato.

· Un bambino morto.

· Sua figlia violentata da suo figlio.

· Un figlio ucciso da un altro figlio.

· Una guerra civile guidata da uno dei suoi figli.

· Un figlio che imita la mancanza di padronanza di sé di Davide, allontanando lui e gran parte di Israele da Dio.

ii. Lo stesso tipo di rovina viene di adulterio oggi. Pensiamo a tutti i bambini che sono andati a letto senza papà a casa a causa del terribile attacco agli Stati Uniti l ‘ 11 settembre 2001. Ma molti più bambini vanno a letto ogni sera senza papà in casa a causa dell’adulterio.

iii. In questo momento David era d’accordo con la comprensione del mondo dello scopo del sesso, vedendolo principalmente come il perseguimento di un’esperienza piacevole. Con le sue molte mogli, Davide forse non aveva mai capito veramente il proposito di Dio per il sesso: essere il “cemento” che aiuta a legare una relazione con una sola carne.

c. Era purificata dalla sua impurità: ciò conferma che Betsabea aveva recentemente avuto il suo ciclo mestruale e non era già incinta quando Davide commise adulterio con lei.

i. Sembrava che David “scappasse” con questo peccato. Ma lui e noi potevamo solo pensare che se credessimo che il peccato fosse qualcosa di buono Dio voleva tenere lontano da Davide. Davide fece qualcosa di dannoso e distruttivo per se stesso e per gli altri, e ne deriveranno danno e distruzione. Solo perche ‘David non e’ stato catturato al momento non significa che l’abbia fatta franca.

5. (5) Messaggio di Betsabea a Davide.

E la donna concepì; così mandò a dire a Davide, e disse: “Sono incinta.”

a. E la donna concepì: Davide e Betsabea non avevano intenzione di farlo. Erano terrorizzati sia dal “problema” della gravidanza stessa e che significava che il loro adulterio sarebbe stato scoperto.

b. Così ha inviato e detto a David: Il suo messaggio ” implicava un appello a lui a prendere le misure necessarie per scongiurare le cattive conseguenze del peccato, in quanto la legge richiedeva che sia l’adultero che l’adultera fossero messi a morte (Levitico 20:10).”(Keil e Delitzsch)

B. David uccide Uriah.

1. (6-11) David tenta di coprire il suo peccato.

Allora Davide mandò a dire a Ioab: “Mandami Uria, l’Hittita.”E Ioab mandò Uria a Davide. Quando Uria venne da lui, Davide domandò come stava Ioab, come stava il popolo e come andava la guerra. Davide disse a Uria: “Scendi a casa tua e lavati i piedi”Così Uria si allontanò dalla casa del re, e un dono di cibo da parte del re lo seguì. Ma Uria si addormentò all’ingresso della casa del re con tutti i servi del suo signore, e non scese a casa sua. Quando dissero a Davide: “Uria non è sceso a casa sua”, Davide disse a Uria: “Non sei venuto da un viaggio? Perché non sei sceso a casa tua? Uria disse a Davide: “L’arca, Israele e Giuda dimorano in tende e il mio signore Ioab e i servi del mio signore sono accampati in aperta campagna. Devo dunque andare a casa mia a mangiare, a bere e a giacere con mia moglie? Come vivi, e come vive la tua anima, non farò questa cosa.”

a. Mandami Uria l’Ittita: quando Davide udì la disastrosa notizia della gravidanza di Betsabea, avrebbe dovuto usarla come stimolo a pentirsi. Invece, Davide fece ciò che fanno i peccatori più impenitenti: cercò di nascondere il suo peccato. Voleva attirare Uria a casa per avere rapporti con Betsabea per dare una ragione per la sua gravidanza.

i. L’intero concetto di nascondere il nostro peccato è ingannevole. Il nostro peccato non è mai nascosto davanti a Dio e solo nascosto con difficoltà dalla nostra coscienza. Il nostro peccato nascosto ostacola la nostra comunione con Dio e gli altri ed è una barriera alla vita spirituale e al potere.

ii. ” La vera domanda per tutti noi è: Siamo pronti ad affrontare il peccato? Non per discutere del peccato di qualcun altro, ma per affrontare il nostro.”(Redpath)

iii. La risposta al peccato nascosto è la confessione e il pentimento. A chi dovremmo confessare? La risposta è nella domanda: “Contro chi abbiamo peccato?””Se pecchi segretamente, confessa segretamente, ammettendo pubblicamente che hai bisogno della vittoria ma mantenendo i dettagli per te stesso. Se peccate apertamente confessate apertamente di rimuovere le pietre d’inciampo da coloro che avete ostacolato. Se hai peccato spiritualmente (mancanza di preghiera, mancanza di amore e incredulità, così come la loro prole, critica, ecc. poi confessa alla chiesa che sei stato un ostacolo.”(J. Edwin Orr)

iv. “Non appena mai siamo coscienti del peccato, la cosa giusta non è cominciare a ragionare con il peccato, o aspettare che ci siamo portati in un adeguato stato di cuore su di esso, ma andare subito e confessare la trasgressione al Signore, lì e poi.”(Spurgeon)

b. David chiese come stava Joab, e come stava la gente, e come prosperava la guerra: questo era l’imbarazzante tentativo di David di fingere che non fosse successo nulla. Davide ha dato ogni apparenza che le cose erano normali quando davanti a Dio nulla era normale o giusto.

c. Vai a casa tua: “Il disegno di Davide era che andasse a giacere con sua moglie, che il bambino ora concepito passasse per suo, che l’onore di Betsabea fosse vagliato e che il suo crimine fosse nascosto. In quel tempo non aveva alcuna intenzione di uccidere Uria, né di prendere in moglie Betsabea.”(Clarke)

d. L’arca, Israele e Giuda abitano in tende: questo dimostra che Uria aveva una passione per la gloria di Dio, anche se era un ittita e non un ebreo nativo.

e. Devo quindi andare a casa mia a mangiare e bere, e a giacere con mia moglie: Questo mostra Uria come un uomo di grande integrità. Era un vero “giocatore di squadra” che non voleva godersi le comodità di casa finché i suoi commilitoni sopportavano le difficoltà sul campo di battaglia.

i. “Davide si aspettava e sperava che Uria si dimostrasse simile a lui; invece si dimostrò un uomo integro, la cui prima lealtà era verso gli interessi del re piuttosto che verso il proprio piacere.”(Baldwin)

2. (12-13) Il secondo tentativo di Davide di coprire il suo peccato fallisce.

Allora Davide disse a Uria: “Aspetta qui anche oggi, e domani ti lascerò partire.”Così Uria rimase a Gerusalemme quel giorno e l’altro. Quando Davide lo chiamò, mangiò e bevve davanti a lui e lo fece ubriacare. E la sera uscì a giacere sul suo letto con i servi del suo signore, ma non scese a casa sua.

a. Aspetta qui anche oggi, e domani ti lascerò partire: Davide ha mentito a Uria, sapendo che voleva tornare al fronte di battaglia il prima possibile. Sperava che Uria avrebbe trattato la sera successiva come la sua ultima prima di tornare in battaglia e stare con Betsabea.

b. Quando Davide lo chiamò, mangiò e bevve davanti a lui: Davide sperava che far ubriacare Uria avrebbe indebolito la sua determinazione a identificarsi con i suoi compagni. Tuttavia Uria non scese a casa sua, rifiutandosi di godere di ciò che i suoi commilitoni non potevano mentre la battaglia infuriava ancora.

i. Uria è un buon esempio di come i cristiani dovrebbero comportarsi come commilitoni nella battaglia spirituale. Rallegratevi con coloro che si rallegrano e piangete con coloro che piangono. Siate della stessa mente gli uni verso gli altri. (Romani 12:15-16)

ii. Davide era ubriaco di lussuria quando dormiva con Betsabea; sperava che facendo Uria ubriaco di vino avrebbe portato lo stesso risultato.

c. Ma non scese a casa sua: alcuni commentatori credono che Uria sospettasse qualche infedeltà a Betsabea e la evitasse per gelosia. “È come se sentisse l’odore di qualcosa.”(Trapp)

3. (14-17) Davide manda Uria a combattere con la propria condanna a morte in mano.

Al mattino Davide scrisse una lettera a Ioab e la mandò per mano di Uria. E scrisse nella lettera, dicendo: “Ponete Uria in prima linea nella battaglia più ardua, e ritiratevi da lui, affinché sia abbattuto e muoia.”Così, mentre Ioab assediava la città, assegnò Uria in un luogo dove sapeva che c’erano uomini valorosi. Allora gli uomini della città uscirono e combatterono con Ioab. Una parte del popolo dei servi di Davide cadde e anche Uria l’Hitteo morì.

a. David ha scritto una lettera a Joab: Meyer immagina Joab dicendo, “Questo mio maestro può cantare salmi con il meglio; ma quando vuole un pezzo di lavoro sporco fatto, deve venire da me.”

b. Imposta Uria in prima linea nella battaglia più calda: non essendo riuscito a coprire il suo peccato, Davide voleva Uria morto. Molti adulteri segretamente desiderano che la morte li liberi di sposare l’oggetto del loro adulterio. Questo è il cuore stesso dell’omicidio anche se l’atto non è fatto. Davide aveva il potere di agire secondo il suo desiderio.

c. E lo mandò per mano di Uria: Davide si fidò così tanto dell’integrità di Uria che lo rese l’inconsapevole messaggero della sua stessa condanna a morte.

i. ” Questa era la somma di tradimento e villania. Ha fatto di questo nobilissimo uomo il portatore di lettere che prescrivevano il modo in cui doveva essere ucciso.”(Clarke)

d. Che possa essere colpito e morire: Davide comandò a Ioab di organizzare la morte di Uria. Sebbene fosse stato nascosto dalla furiosa battaglia, Uria fu assassinato con la stessa certezza che se Davide lo avesse ucciso in casa sua.

i. ” Se un bambino dovesse nascere, le labbra di Uria, almeno, non dovrebbero essere in grado di rinnegarlo.”(Meyer)

ii. ” Davide era meglio quando era servo che quando era re; essendo un servo, temeva di uccidere Saul suo avversario, ma diventando re, uccise senza pietà il suo amico più fedele e il suo suddito doveroso.”(Trapp)

iii. “Anche se piangiamo per il peccato di Davide, tuttavia ringraziamo Dio che è stato permesso, perché se non fosse caduto così non era stato in grado di aiutarci quando siamo consapevoli della trasgressione. Non avrebbe potuto descrivere così minuziosamente i nostri dolori se non avesse provato lo stesso. Davide visse, sotto questo aspetto, sia per gli altri che per se stesso.”(Spurgeon)

e. Anche Uria l’Ittita morì: Ioab fece esattamente ciò che Davide aveva comandato. Sapeva che era sbagliato, ma semplicemente seguì gli ordini e uccise Uria su ordine di Davide.

i. Se non immediatamente affrontato, un peccato può prendere un corso miserabile. Davide assecondò i suoi desideri sensuali per anni e ignorò gli avvertimenti e le vie di fuga di Dio. Ha permesso alla tentazione di trasformarsi in lussuria e la lussuria di trasformarsi in adulterio. Quando le conseguenze del suo adulterio minacciarono di smascherare il suo peccato, lo coprì prima con l’inganno e poi con l’omicidio. Satana non poteva mai tentare Davide con l’intero pacchetto in una sola volta, ma lo ingannò con esso pezzo per pezzo.

4. (18-25) Ioab manda a Davide la notizia della morte di Uria.

Allora Ioab mandò a riferire a Davide tutto ciò che riguardava la guerra, e ordinò al messaggero: “Quando avrai finito di raccontare al re le cose della guerra, se accade che l’ira del re si alza, ed egli ti dice: ‘Perché ti sei avvicinato così vicino alla città quando hai combattuto? Non sapevi che avrebbero sparato dal muro? Chi colpì Abimelec figlio di Ierubbeset? Non fu forse una donna a gettargli un pezzo di macina dal muro, così che morì a Tebez? Perché ti sei avvicinato al muro?’- allora dirai: ‘Anche il tuo servo Uria l’Hittita è morto.”Il messaggero andò e riferì a Davide tutto quello che Ioab aveva mandato per mezzo di lui. E il messaggero disse a Davide: “In verità gli uomini hanno prevalso contro di noi e sono venuti a noi nella campagna.poi li abbiamo respinti fino all’ingresso della porta. Gli arcieri spararono dalle mura contro i tuoi servi; alcuni dei servi del re sono morti, e anche il tuo servo Uria l’Hitteo è morto.”Allora Davide disse al messaggero:” Così dirai a Ioab: “Non lasciate che questa cosa vi dispiaccia, perché la spada divora uno come l’altro. Rafforzare il vostro attacco contro la città, e rovesciarlo. Quindi incoraggiatelo.”

a. Chi colpì Abimelech figlio di Ierubbeseth: Questo è un riferimento a Giudici 9:50-57, dove Abimelech fu ucciso avvicinandosi troppo alle mura di una città sotto assedio. L’idea è che Joab sapesse che era una brutta mossa militare avvicinarsi così tanto alle mura, ma lo fece comunque su ordine di Davide.

b. Anche Uria l’Ittita è morto: Davide udì queste parole con sollievo. Pensava che ora avrebbe potuto sposare Betsabea e dare una spiegazione plausibile per la sua gravidanza.

c. La spada divora uno come un altro: questo era un proverbio riguardante le fortune della guerra. Era un modo per dire: “Queste cose accadono.”Davide lo disse alla sua propria coscienza colpevole tanto quanto lo disse a Ioab.

5. (26-27) Davide sposa Betsabea.

Quando la moglie di Uria udì che Uria suo marito era morto, pianse per suo marito. E quando il suo lutto fu finito, Davide mandò a menarla a casa sua, ed ella divenne sua moglie e gli partorì un figlio. Ma ciò che Davide aveva fatto dispiacque al SIGNORE.

a. Quando la moglie di Uria udì che Uria suo marito era morto: non abbiamo motivo di credere che Betsabea sapesse che Davide aveva organizzato la morte di suo marito. È probabile che Davide abbia nascosto tutto questo a Betsabea. Allo stesso tempo, fu in parte sollevata nel sapere della morte del marito.

i. “Ci sono pochi dubbi da fare, ma che era interiormente felice, considerando il suo pericolo di essere punita un’adultera, e le sue speranze di essere ora fatta una regina.”(Trapp)

b. E lei divenne sua moglie: Questa non era una novità per David. Aveva aggiunto mogli prima, così ora ha semplicemente aggiunto un altro.

i. “David è una specie di eroe ora, agli occhi della gente. Ha preso nel suo harem, la povera moglie incinta, la vedova di uno dei suoi capitani caduti, così che il popolo dice: “Guarda come sta dietro ai suoi uomini! Si prende cura delle loro vedove quando vengono uccise in battaglia. Mio che meraviglioso re!”(Smith)

c. La cosa che Davide aveva fatto dispiacque al Signore: questa è la prima menzione di Dio nel capitolo. Dio ha assistito ad ogni evento e ha letto l’intento di ogni cuore, ma il Suo dispiacere è implicito solo fino a questa specifica affermazione.

i. Lo stato di cuore di Davide nell’anno intermedio si riflette nel Salmo 32:1-5: Beato colui la cui trasgressione è perdonata, il cui peccato è coperto. Beato l’uomo al quale il Signore non imputa iniquità, e nel cui spirito non c’è inganno. Quando ho taciuto, le mie ossa sono invecchiate attraverso i miei gemiti tutto il giorno. Poiché giorno e notte la Tua mano era pesante su di me; la mia vitalità si trasformò nella siccità dell’estate. Vi ho riconosciuto il mio peccato e non ho nascosto la mia iniquità. Ho detto: “Confesserò le mie trasgressioni al Signore”, e Tu hai perdonato l’iniquità del mio peccato.

ii. Salmo 32 mostra che Davide era sotto intensa convinzione durante questo tempo e che tutta la gioia nella sua vita evaporato via. David conosceva lo stress e l’agonia di vivere una doppia, falsa vita. Non trovò sollievo finché non si pentì e si rimise a posto con Dio. “Meglio è l’uomo, più caro è il prezzo che paga per una breve stagione di piacere peccaminoso.”(Meyer)

iii. Davide era in quel luogo terribile dove aveva troppo peccato in lui per essere felice in Dio, ma aveva troppo di Dio in lui per essere felice nel peccato. Poiché Davide era un uomo secondo il cuore di Dio, Dio attirò Davide al pentimento e alla restaurazione.

iv. ” Quando c’è più necessità di confessione, c’è spesso il più grande ritardo nel farlo. Era così nel caso di David. . . Penso di poter capire perché non avrebbe potuto passare immediatamente dal peccato alla confessione, poiché il peccato impediva la confessione-il peccato accecava l’occhio, stordiva la coscienza e stupiva l’intera natura spirituale di Davide.”(Spurgeon)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.